omicidio Chidi Nnamdi

Fermo, la vedova ritratta: "Emmanuel colpì Mancini col palo". E i buonisti? Scomparsi

Sconfessata da sette diversi testimoni, Chinyere si giustifica dicendo di non parlare bene l'italiano. Ed intanto, dopo la passerella, i politici si defilano...

Alessandro Morelli
Fermo: mutismo e rassegnazione

Foto ANSA

Ora Chinyere racconta un’altra verità e fa marcia indietro: è stato Emmanuel Chidi Namd a vibrare il paletto stradale contro Amedeo Mancini, e non il contrario.

Laura Boldrini, Maria Elena Boschi, Cécile Kyenge e tutta la pletora di sciacalli che hanno attinto dai flash dei fotografi giunti al funerale dell'anno per i buonisti d'accatto ora sono spariti. Finché Fermo era una città invasa da ultrà sbavanti odio, giovani in processione al passo dell'oca e le svastiche erano tatuate a fuoco su ogni bimbo nato, la loro presenza salvifica era quasi un fluido che avrebbe potuto redimere una città colpevole e bollata: razzista. 

Peccato che la fiction del buonista accanito si sia infranta sul fascista che non è poi così fascista, su una vittima che non ha porto l'altra guancia, anzi, e soprattutto su una moglie straziate e svenente che (per quanto scioccata e dallo stentato italiano) non ha raccontato la verità fin quando non si è vista con le spalle al muro di fronte ai giudici e a sette testimoni che hanno visto esattamente il contrario di quanto ha raccontato lei. 

Ops, tutti spariti. Basta comunicati, stop alle agenzie. Fermate le rotative! Ora l'argomento da prima pagina sarà relegato alla 21 in un boxino (se va bene). Per giorni c'è stata la sospensione della verità, per responsabilità di una donna che, vittima di una tragedia, è entrata troppo convintamente in una parte nella quale lei ha creduto anche perché si è vista da subito sostenuta da ministri, presidenti, preti accoglienti. 

Che ne sa la signora Chinyere di cosa c'è dietro al turbinio dei fotografi e delle telecamere? Quali strumenti ha una donna che ha visto morire il suo compagno e si vede accerchiata dalle più alte cariche dello Stato in processione per capire che la sua è solo una comparsata nella più complessa telenovela che Boldrini, Boschi, Kyenge e compagni stanno interpretando? Che se racconta troppe frottole a rischiare l'accusa di calunnia sarà lei? Se Emmanuel è stato vittima della situazione di degrado lei, scopertasi ballista, deve portare la croce dei buonisti d'accatto, quelli pronti a comparire al funerale del povero "migrante" per poi sparire quando capiscono che l'affare si complica. Brava, hai fatto il tuo Chinyere, otterrai un immeritato pass per l'Europa e ora avanti un altro immigrato che possa essere utile per la propaganda.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Abusi su Sara Tommasi, assolto agente
pm Milano aveva chiesto 8 anni

Abusi su Sara Tommasi, assolto agente

Modena, accoltellamento discoteca: sette denunciati
immortalati dalle telecamere di sorveglianza

Modena, accoltellamento discoteca: sette denunciati


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU