Condannati 6 dirigenti dell'azienda

Rogo Thyssen, lentissima giustizia

Ci sono voluti 9 anni per consegnare un verdetto definitivo ai familiari dei 7 operai morti nel tragico incendio del 2007

Marco Dozio
Rogo Thyssen, lentissima giustizia

Nove anni per ottenere un verdetto definitivo sul caso Thyssen. Era il dicembre 2007 quando 7 operai morirono nel rogo scoppiato all’interno dell’azienda siderurgica, nella filiale di Torino. Ora la Cassazione ha confermato le condanne dell’appello bis nei confronti dei 6 imputati: 9 anni e 8 mesi per l’amministratore delegato Harald Espenhahn, 6 anni e 3 mesi per i manager Marco Pucci e Gerald Priegnitz, 7 anni e 6 mesi per Daniele Moroni, 7 anni e 2 mesi per Raffaele Salerno, 6 anni e 8 mesi per Cosimo Cafueri: gli ultimi 3 ricoprivano il ruolo di alti dirigenti.

I parenti delle vittime hanno pianto. Prima per rabbia, ascoltando il sostituto procuratore generale della Cassazione Paola Filippi chiedere l’annullamento delle condanne e un terzo processo con la prospettiva di ridurre le pene. Poi per liberazione, ascoltando il verdetto che pone fine a un’odissea umana e giudiziaria. “È una vittoria per tutti noi e per tutte le vittime morte sul lavoro”. Sono mamme, sorelle, mogli di quei 7 operai morti durante quel tragico turno di notte nella fabbrica tedesca dell’acciaio: “Adesso possiamo andare dai nostri ragazzi al cimitero e dire che finalmente c’è stata giustizia e ci sono pene severe. Anche se il nostro dolore è per sempre”.  Raffaele Guariniello condusse le indagini da procuratore aggiunto a Torino: “I processi restano troppo lunghi”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU