eurabia felix

Sindaco islamico a Londra? Certo, il Qatar si sta pappando tutto

C'è chi si è sorpreso nell'apprendere che Sadiq Khan, avvocato di origini pachistane, sia diventato il primo sindaco di Londra musulmano, ma...

Giacomo Cangi
Sindaco islamico a Londra. Con il Qatar che si sta pappando tutto

Foto ANSA

Un sindaco musulmano a Londra? In verità, considerando cosa è successo nella capitale inglese negli ultimi anni, non c'è nulla di incredibile in tutto ciò. Londra, infatti, si è di fatto lasciata comprare dal mondo musulmano. Il 19 giugno 2010 Il Sole 24 Ore scrisse: "La famiglia reale del Qatar ha intenzione di continuare il suo shopping londinese. Dopo essersi comprata il grande magazzino Harrods e quote dell'Lse e di Barclays Bank, la Qatar Investment Authority ora vorrebbe rilevare Songbird Estates, la società che possiede Canary Wharf, il secondo centro finanziario di Londra dopo la City". Il Fatto Quotidiano riportò che il villaggio Olimpico di Londra 2012 venne venduto "per 557 milioni di sterline alla famiglia reale del Qatar, che lo trasformerà in appartamenti di lusso".


Nell’agosto 2012 Il Sole 24 Ore scrisse che la "Qatar Holding, settore investimenti del fondo sovrano dell'emirato, ha stretto un accordo per l'acquisto del 20% delle azioni di Baa Ltd, la compagnia che possiede l'aeroporto londinese di Heatrow, per un costo di 900 milioni di sterline". Il 24 aprile 2015 si vennero a sapere, sempre tramite Il Sole 24 Ore, ulteriori dettagli sulle spese della petrolmonarchia nel Regno Unito: "Il patrimonio immobiliare del Qatar si è appena arricchito di tre gioielli: Constellation Hotels, parte della holding dell'emirato ha acquistato Claridge's, The Berkeley e The Connaught, tre degli alberghi di lusso più celebri di Londra dai fratelli Barclay, i miliardari proprietari del Ritz. La cifra non è stata resa nota, ma secondo fonti attendibili è intorno agli 1,5 miliardi di sterline". Il 28 gennaio 2015 La Repubblica riportò: "Songbird, la società che detiene il 69% del Canary Wharf, è pronta ad accettare l'offerta da 2,6 miliardi di sterline (4,1 miliardi di dollari) del Qia, il fondo sovrano del Qatar, per il quartiere che ospita gran parte delle strutture della City di Londra".


Alla luce di tutti questi investimenti in Gran Bretagna da parte di un paese musulmano come il Qatar, è davvero così strano che ora Londra abbia un sindaco islamico? Gli effetti dei processi economici si vedono alla lunga anche in politica, e quanto è successo alle elezioni londinesi ne è l'ennesima dimostrazione. È bene che le altre grande città europee che si sono vendute a qualche petrolmonarchia del Golfo (compresa Milano dove il fondo Qatar Investment Authority possiede la totalità del progetto Porta Nuova) imparino la lezione inglese prima di ritrovarsi, fra qualche anno, con un sindaco che prega verso La Mecca.

 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Netanyahu loda Salvini: "Grande amico di Israele"
Lotta comune a terrorismo e immigrazione

ESCLUSIVO / Netanyahu loda Salvini: "Grande amico di Israele"

Manovra, Salvini: "A Bruxelles prevarrà il buonsenso. Ma..."
"onorare gli impegni presi con gli italiani"

Manovra, Salvini: "A Bruxelles prevarrà il buonsenso. Ma..."

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese
Tra i fermati uno studente modello. Sigilli anche a un centro sociale

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese

"Basta Macron". E a Cholet i pompieri giran le spalle al prefetto
i vigili del fuoco abbandonano una celebrazione ufficiale

"Basta Macron". E a Cholet i pompieri giran le spalle al prefetto

Netanyahu loda Salvini: "Grande amico di Israele"
Lotta comune a terrorismo e immigrazione

ESCLUSIVO / Netanyahu loda Salvini: "Grande amico di Israele"

Esclusivo / Salvini-Israele, amore reciproco
il reportage da gerusalemme del nostro max ferrari

Esclusivo / Salvini-Israele, amore reciproco

Attacco jihadista a Strasburgo, il video


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU