ma le misure appaiono insufficienti

Nuovo decreto Conte: per il rilancio del Paese

Conte: "Assicurare l'unitarietà, l'organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti"

Redazione
Nuovo decreto per il rilancio del Paese

Un momento della diretta di Conte

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell'economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. "Il decreto interviene in diversi ambiti, in modo trasversale, con l'intento di assicurare l'unitarietà, l'organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti, al consolidamento, snellimento e velocizzazione degli istituti di protezione e coesione sociale", recita una nota del Governo.

In breve, confermati quindi i bonus da 800 euro per le partite iva e i collaboratori. Si sale fino a 1.000 per chi dimostra di avere avuto perdite fatturato fino al 33% a marzo e ad aprile 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. Il bonus di 600 euro viene esteso a colf e badanti. Il reddito di emergenza sarà concesso a chi ha un reddito Isee inferiore a 15 mila euro. Non si potrà sommare a eventuali altri bonus. Dovrebbe essere previsto per due mesi, andando dai 400 euro per i singoli agli 800 euro per le famiglie.

Con le scuole chiuse fino a settembre, il Governo ha deciso di raddoppiare il bonus baby sitter: dai 600 euro del Cura Italia ai 1.200 euro del Decreto Rilancio. Questo bonus si potrà usare anche per pagare i centri estivi e i servizi per l’infanzia. Per quel che riguarda i centri estivi, è previsto anche un fondo da 150 milioni di euro da dare ai Comuni.

Fino a fine emergenza sarà possibile anche chiedere lo smartworking per i dipendenti di aziende private con figli fino a 14 anni. A condizione che non ci sia un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito o non lavoratore. Per i settori legati a cultura e turismo il Decreto Rilancio stanzia 2,5 miliardi di euro. Gli alberghi potranno non versare la rata Imu di giugno, a patto che i possessori delle strutture siano anche i gestori. La norma è estesa agli stabilimenti balneari, marittimi, lacuali e lacustri. Presenti, nel Decreto Rilancio, anche gli incentivi alla rottamazione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Chat anti-Salvini, salta l'ANM?
i nodi vengono al pettine

Chat anti-Salvini, salta l'ANM?

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi
fermati dalla guardia costiera tunisina

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi

Fase 2, Casellati: "L'Italia non può più aspettare"
alla fine l'han capito pure loro...

Fase 2, Casellati: "L'Italia non può più aspettare"

La Fase 2? È quella anale
riaprire sì ma in perfetta sicurezza

La Fase 2? È quella anale


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU