stavolta la sinistra non può urlare al razzismo

Nigeriano ucciso a Brindisi, indagata la convivente

L'epilogo, le cui modalità esecutive sono ancora da chiarire, ha avuto luogo nell'abitazione che la vittima condivideva con altri connazionali oltre che con la donna

Redazione
Nigeriano ucciso a Brindisi, indagata la convivente

Una lite furibonda, nel cuore della notte e in pieno centro, a Brindisi. Poi la richiesta di soccorsi e il ritrovamento, in un appartamento, del corpo di un giovane nigeriano ucciso con due coltellate al torace. La vittima, Callistus Imoyera, aveva 24 anni e per l'omicidio è indagata una giovane donna, sua convivente e connazionale. Sull'accaduto indaga la squadra mobile che sta valutando con la procura di Brindisi se disporre una misura restrittiva nei confronti della donna. Il pm Giampiero Nascimbeni conferirà l'incarico per l'autopsia al medico legale Antonio Carusi, ma sarebbe già chiaro che ad uccidere il ragazzo è stato in particolare un fendente che lo ha trafitto al polmone. A quanto e' emerso finora sembrerebbe che il delitto sia maturato in un contesto del tutto privato nel corso di una discussione sorta nell'ambito di un rapporto di coppia.


I toni della lite erano cosi' accesi che le grida sono state sentite dai vicini. L'epilogo, le cui modalità esecutive sono ancora da chiarire, ha avuto luogo nell'abitazione che Imoyera condivideva con altri connazionali oltre che con la donna. Attorno all'1.30 è stato lanciato l'allarme. E' giunto sul posto personale del 118 che ha tentato invano di rianimare il 24enne per cui non c'era più nulla da fare. E' stato eseguito un sopralluogo, la scientifica ha effettuato i rilievi. Sono poi stati ascoltati alcuni connazionali che vivono in via Bastioni Carlo V, dove si sono verificati i fatti, alcuni dei quali condividevano l'alloggio con la vittima.


Si tratta di immigrati che hanno un regolare permesso di soggiorno, in gran parte sono richiedenti asilo. Tutti gli elementi raccolti sembrano convergere su un movente legato al rapporto che c'era tra il giovane e la sua convivente.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Esclusivo / Salvini in Israele. Navon: "Populisti? Sì grazie"
dal nostro corrispondente max ferrari

Esclusivo / Israele accoglie Salvini

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini
ma la chiesa si occupa di anime o di far politica?

Immigrati, nel Trevigiano ennesimo prete anti-Salvini

Esclusivo / Salvini-Israele, amore reciproco
il reportage da gerusalemme del nostro max ferrari

Esclusivo / Salvini-Israele, amore reciproco

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Immigrati, anarchici anti-Salvini occupano un edificio in val di Susa
Aquarius resta senza bandiera. E chiude baracca
la nave scafista in cattive acque

Aquarius resta senza bandiera. E chiude baracca

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU