Rimpatriato per motivi di sicurezza

Inneggiava agli autori delle stragi Isis: espulso imam del carcere di Alessandria

Il 35enne marocchino aveva delle posizioni oltranziste e teneva una condotta violenta. Esaltava l'autore dell'attentato compiuto a Nizza nel luglio del 2016

Redazione
Inneggiava agli autori delle stragi: espulso l'imam del carcere di Alessandria

Imam predica in carcere

Un cittadino marocchino è stato espulso mercoledì dal territorio nazionale per motivi di sicurezza dello Stato. Con questa espulsione, la ventisettesima del 2018, sono 264 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi, con accompagnamento nel proprio Paese, dal 1° gennaio 2015 ad oggi. Si tratta di un 35enne marocchino, emerso all'attenzione delle Forze di Polizia nel corso della sua detenzione, dovuta a reati comuni, per aver assunto, all'interno della Casa Circondariale di Alessandria, la funzione di imam.

Dal ruolo è stato poi estromesso a causa delle sue posizioni oltranziste e della sua condotta violenta manifestata nei confronti di altri appartenenti alla sua religione. Lo straniero è stato anche segnalato per aver inneggiato nei confronti dell'autore dell'attentato compiuto a Nizza nel luglio del 2016. Per questi motivi, dopo la sua scarcerazione è stato trattenuto presso il Centro per Rimpatri ed espulso con accompagnamento nel proprio Paese con un volo decollato dalla frontiera aerea di Malpensa (VA) e diretto a Casablanca.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane
contestano le nuove regole per le prestazioni agevolate

Scuola a Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane

Gira nudo per strada a Milano: "Voglio lasciare l'Italia!"
immigrato dà in escandescenze a niguarda

Gira nudo per strada a Milano: "Voglio lasciare l'Italia!"

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU