L'intolleranza dei cosiddetti tolleranti

Morte di Rosy Guarnieri, immigrata di sinistra le augura l'inferno. Rixi: "Non merita di stare in Italia"

Aleksandra Matikj, simpatizzante del partito della Boldrini e presidente del Comitato immigrati: "Il veleno che sputava ogni giorno contro di noi l’ha portata dritta nella tomba". Il leader della Lega ligure annuncia querela

Redazione
Morte di Rosy Guarnieri, immigrata di sinistra le augura l'inferno. Rixi: "Non merita di stare in Italia"

Rosy Guarnieri

I tolleranti di sinistra, quelli che accusano la Lega di seminare odio e intolleranza, sono capaci di seminare una delle forme di odio e di intolleranza più profonde e terribili: manifestare soddisfazione per la morte di una persona uccisa da un tumore, augurandole l’inferno. Aleksandra Matikj, simpatizzante del partito della Boldrini Liberi e Uguali, militante antifascista e presidente di un sedicente “Comitato per gli immigrati contro ogni forma di discriminazione”, ha vergato su Facebook parole terrificanti contro Rosy Guarnieri, l’ex sindaco di Albenga deceduta a 66 anni in seguito a una malattia che non le ha lasciato scampo, a poche ore dalla sua elezione in Parlamento.

Chi sa se la leghista Rosy Guarnieri sia ora in mezzo a quel mare che porta verso l’inferno, per il solo fatto che aveva sempre odiato noi migranti. (…) Giorno d’oggi però dal cancro non si muore così velocemente, forse il veleno che sputava ogni giorno contro di noi l’ha portata dritta nella tomba. In Italia si dice vivi e lascia vivere… e forse lei questo non lo sapeva. Ora è morta, stava per andare ai piani alti, a Roma, ma è morta. Addio cara”, il tutto corredato da un’immagine che evoca appunto l’inferno.

Il parlamentare Edoardo Rixi, leader della Lega in Liguria, ha replicato al delirio con parole nette: “Chi pensa di integrarsi, colpendo una comunità in lutto e lanciando maledizioni contro chi non c'è più, non merita di stare nel nostro Paese. Questa signora, sedicente portavoce del "Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione" dovrebbe solo vergognarsi: è un'offesa per tutti gli italiani e per tutti gli immigrati onesti che vogliono integrarsi con il lavoro e il rispetto delle leggi morali e dello Stato. Passeremo alle vie legali perché le parole d'odio non possono restare impunite. Mai”. Eppure la pasionaria di sinistra, invece di chiedere scusa e dimostrare pentimento, ha rincarato la dose, annunciando a sua volta una querela nei confronti di Rixi. Da non credere.

Cristina Porro, capogruppo della Lega ad Albenga: "Deplorevole il riferimento della Matikj al veleno che Rosy avrebbe sputato ogni giorno in Liguria contro gli immigrati. Matikj dovrebbe informarsi meglio e studiare di più, prima di parlare a sproposito: le cronache nazionali e locali sono manifesta ed evidente testimonianza che Rosy Guarnieri era tutto fuorché razzista. E nulla aveva contro immigrati o extracomunitari regolari, né contro chi professava religioni diverse dalla sua, come hanno confermato le parole di stima della comunità islamica albenganese degli ultimi giorni. Da buona amministratrice della res publica, Rosy chiedeva regole certe nei flussi e rispetto delle leggi italiane, con tolleranza zero per chi delinque, a prescindere dalla sua origine. Questa persona, di fronte alla morte, ha fatto del vile sciacallaggio mediatico"

Il post incriminato



L'endorsment per il partito di Grasso e Boldrini

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane
contestano le nuove regole per le prestazioni agevolate

Scuola a Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane

Gira nudo per strada a Milano: "Voglio lasciare l'Italia!"
immigrato dà in escandescenze a niguarda

Gira nudo per strada a Milano: "Voglio lasciare l'Italia!"

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU