Finalmente si vede la luce alle fine del tunnel

A Zingonia arrivano le ruspe

Fontana: "Un investimento a costo zero per la collettività e che tutto quello che si riuscirà a fare sulle aree recuperate non costerà nulla ai contribuenti"

Giovanni Binda
A Zingonia arrivano le ruspe

Con la presenza del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e degli assessori Stefano Bolognini (Politiche sociali, abitative e Disabilità) e Claudia Maria Terzi (Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile) è stata stabilita dal Comitato della provincia di Bergamo per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, dedicato alla riqualificazione dell'area di Zingonia, la consegna dell'area e l’avvio dei cantieri per la demolizione delle torri entro un paio di settimane.

"Quello di Zingonia - ha detto Fontana - è un vero e proprio modello, un esempio concreto di come quando le istituzioni collaborano bene si possono risolvere situazioni difficili, che sembravano irrisolvibili". Il presidente ha anche sottolineato che si tratta di "un investimento a costo zero per la collettività e che tutto quello che si riuscirà a fare sulle aree recuperate non costerà nulla ai contribuenti perchè il valore dell'area riqualificata sarà ben superiore all'investimento fatto".

"Fa piacere constatare - ha aggiunto - che il metodo di lavoro applicato in Lombardia per Zingonia, non solo ha consentito di sbloccare una situazione che si trascinava da più di 10 anni, ma - come ha detto il ministro Salvini - verrà esportato in altre zone d'Italia per porre fine a inaccettabili casi di degrado urbano che non possono più essere tollerati". 

"L'intervento della Regione - ha aggiunto Bolognini - è stato non solo sociale, ma anche economico con i quasi 7 milioni investiti per gli interventi di questi anni che verranno pareggiati con la vendita delle aree. Regione ha investito inoltre 170.000 euro per un laboratorio di integrazione sociale; i fondi 'Fami' per l'integrazione linguistica, 45.000 euro per la sorveglianza straordinaria delle forze di Polizia locale. L'impegno del ministro Salvini nel garantire il passaggio a tenenza della caserma locale dei carabinieri è stato riconosciuto da tutti come segno della presenza dello Stato".

"Oggi - ha concluso Bolognini - abbiamo fatto un altro passaggio essenziale che porterà ad iniziare i lavori di recinzione delle Torri entro il 25 marzo. Settimana prossima terremo un altro comitato per la sicurezza a Bergamo per indicare con esattezza le tempistiche. Entro luglio dunque dovremmo abbattere le prime due torri. Completando i lavori, se tutto va come speriamo, entro la fine dell'anno". 

Zingonia nasce negli anni ‘60 come un progetto ambizioso di integrare una zona industriale un’area urbanistica in modo da permettere ai lavoratori di risiedere vicino alle unità produttive e contemporaneamente disporre di tutti i servizi. Venne individuata in provincia di Bergamo, nella Bassa Bergamasca, nelle vicinanze dell'autostrada, della ferrovia e di altre importanti vie di comunicazione a cavallo dei confini amministrativi dei Comuni di Boltiere, Ciserano, Osio Sotto. Le aree industriali furono quasi tutte realizzate, ma l'incremento di popolazione previsto non avvenne (la popolazione avrebbe dovuto aggirarsi intorno alle 50.000 persone) e, nonostante un ridimensionamento intorno gli anni ’70, la zona iniziò a degradarsi.

Per questo, il 25 gennaio 2010, i Comuni interessati, la Regione, la Provincia, l'Aler Bergamo e la Prefettura hanno sottoscritto un 'Protocollo d'Intesa' per individuare una reale proposta di riqualificazione che, il 29 ottobre 2012, è sfociato in un Accordo di programma che ha fondamentalmente i seguenti 3 obiettivi: la riqualificazione di un complesso edilizio degradato di proprietà privata, la demolizione delle Torri e la vendita delle aree con relativa dotazione volumetrica e la realizzazione di un intervento di Housing sociale nell'area di Zingonia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sequesta bus carico di bambini, il video allucinante
Olanda: boom dei populisti al Senato
ovunque il popolo è stufo dei buonisti

Olanda: boom dei populisti al Senato

A Zingonia arrivano le ruspe
Finalmente si vede la luce alle fine del tunnel

A Zingonia arrivano le ruspe


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU