lotta agli sprechi

La Lombardia recupera le eccedenze alimentari. Plauso di Fontana, Centinaio e Bolognini

Al workshop in Regione Lombardia, il ministro Centinaio, l’assessore Bolognini e il Banco alimentare della Lombardia

Giovanni Binda
La Lombardia recupera le eccedenze alimentari. Plauso di Fontana, Centinaio e Bolognini

L'eccedenza alimentare non è di per sé un aspetto negativo, ma lo può diventare se non viene rimessa in circolo come risorsa, diventando quindi spreco. Questo uno dei concetti emersi dal workshop sul tema del recupero delle eccedenze alimentari svoltosi a Palazzo Lombardia con la partecipazione del ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio, dell'assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini e dei vertici del Banco Alimentare della Lombardia. Tra gli obiettivi, la sensibilizzazione delle aziende sul tema del contrasto alla povertà.

"Regione Lombardia - ha spiegato l'assessore Stefano Bolognini - attraverso il nuovo piano sulla povertà alimentare ha avviato una manifestazione di interesse per la presentazione di progetti da parte del Terzo settore che hanno come finalità il recupero e la distribuzione delle eccedenze alimentari.
L'intento è quello di promuovere la rete delle diverse esperienze territoriali, dalle più piccole alle più grandi, perché il contrasto alla povertà alimentare è una leva fondamentale per ridurre la povertà più in generale". "Il nostro obiettivo - ha aggiunto Bolognini - è proprio quello di valorizzare, grazie ad interventi mirati, l'azione e la missione quotidiana di associazioni come quella del Banco Alimentare della Lombardia, che hanno saputo costruire nel tempo una solida rete di relazioni e di aiuti concreti nel recupero e nella distribuzione delle eccedenze alimentari sulla base di requisiti imprescindibili quali la professionalità, la serietà e il continuo stimolo alla progettualità condivisa con le aziende e tutti i soggetti coinvolti".

Durante i lavori è stato evidenziato che anche per le aziende donare rappresenta un'importante opportunità: oltre all'evidente impatto sociale, si ha anche un 'vantaggio' economico in quanto avviene una riduzione dei costi di stoccaggio e della distruzione dei prodotti e inoltre beneficiano del recupero dell'IVA per i prodotti donati. Ma non solo: molto importante è anche l'impatto ambientale in quanto, evitando la distruzione dei prodotti, si evita di generare ulteriore inquinamento oltre a quello che è già stato immesso nell'atmosfera per la produzione.

In questo quadro generale, Banco Alimentare Lombardia è in grado di collaborare con le grandi logistiche e con le aziende alimentari attraverso lo sviluppo di procedure condivise e l'implementazione di processi strutturati e controllati. E' importante infatti trasmettere alle aziende il valore della collaborazione per trovare insieme le possibili soluzioni ai bisogni e ottenere i risultati più significativi in termini di impatto sociale.

Durante il workshop sono state presentate due strategie vincenti di aziende che hanno saputo integrare il processo di gestione delle eccedenze nel proprio modello di business. Marco Porcaro, amministratore delegato e founder di Cortilia Spa, ha trattato il tema 'Progettati per non sprecare.
Il valore delle eccedenze nell'economia circolare', mentre Luciano Pirovano, sustainable development director di Bolton Food, ha illustrato l'esperienza 'Il modello zero sprechi di Rio Mare'.

"La lotta agli sprechi alimentari - ha spiegato Centinaio - è una delle missioni del mio Ministero. Queste iniziative dimostrano un'attenzione crescente da parte dei cittadini nei confronti della tematica e la condivisione del rispetto per il cibo e per il lavoro che c'è dietro". "Dobbiamo andare avanti nella lotta a questo fenomeno - ha proseguito - anche dal punto di vista sociale. Bisogna coinvolgere tutte le fasi della filiera alimentare: dalla produzione, alla post produzione, fino alla commercializzazione dei prodotti. E in questo la Lombardia, prima tra le regioni che si è dotata di una legge per la riduzione dello spreco alimentare, non può che rappresentare un esempio per tutto il Paese". "Come Ministero - ha concluso Centinaio - stiamo lavorando insieme a tutta la filiera agroalimentare, affinché il cibo non venga più gettato via ma dato a chi ne ha più bisogno. L'obiettivo che ci dobbiamo prefiggere tutti è: zero spreco. Per questo il nostro impegno prosegue attraverso campagne di comunicazione che sono in programma per sensibilizzare il maggior numero di persone".

"Un approccio proattivo nel guardare l'eccedenza come opportunità - dichiara Dario Boggio Marzet, Presidente Banco Alimentare della Lombardia - rappresenta un passaggio culturale che, se diventasse prassi comune per le aziende del settore agroalimentare, consentirebbe di salvare dallo spreco e destinare alle persone bisognose consistenti quantità di alimenti, oltre che dare una valenza sociale all'attività delle aziende stesse".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sicilia, sale il Centrodestra
m5s in calo. si va ai ballottaggi

Sicilia, sale il Centrodestra

Folla oceanica a Lecce per Salvini. I kompagni che palle racconteranno adesso?
non ci vengano a dire che la piazza era semivuota...

Folla oceanica a Lecce per Salvini. I kompagni che palle racconteranno adesso?

"Risorse", cacciaviti e katane
iniziata la reazione alla rivoluzione degli italiani

"Risorse", cacciaviti e katane

Remo Gobbi:
Sammy Varin, 40 anni sulla notizia!
buon compleanno, arruffapopolo!

Sammy Varin, 40 anni sulla notizia!

Monza, trova 35mila euro e li restituisce
il proprietario li aveva smarriti in un supermercato

Monza, trova 35mila euro e li restituisce


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU