Erano ospiti di una cooperativa

Tre presunti profughi spacciavano ai minorenni

Ospitati in una strattura a Feltre, i pusher erano in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato politico e sembrerebbe che provengano dal Gambia o dalla Nigeria

Ismaele Rognoni
L'aggressore marocchino si sente impunito: "Ti spaccio la faccia. Che mi frega della Polizia"

Foto ANSA d'archivio

La Questura di Belluno ha emanato due arresti e una denuncia per spaccio di sostanze stupefacenti a carico di tre immigrati, molto probabilmente provenienti dalla Nigeria o dal Gambia, ospitati in una struttura di Feltre, l'appartamento del Boscariz in provincia di Belluno, gestita dalla cooperativa Dumia. Essi erano arrivati qualche mese fa e sono in attesa della risposta in merito alla richiesta di rifugiato politico, ottenibile mediamente dopo un anno e mezzo circa di accertamenti. 

I tre immigrati gestivano una rete di spaccio di hashish e marijuana che veniva distribuita nella movida di Feltre, soprattutto in mezzo ai giovani di cui molti minorenni. Ma le segnalazioni erano giunte alla Polizia che aveva incominciato a tenere sotto controllo gli spacciatori africani, facendo pertanto eseguire giovedì le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Belluno: uno di loro ha solamente l'obbligo di firma, mentre per gli altri due c'era l'ipotesi di reiterazione del reato e sono stati di conseguenza trasferiti nel carcere bellunese di Baldenich.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU