Stop agli indugi e agli inciuci

Per Salvini basta centrodestra: al via un nuovo progetto "sovranista e popolare"

"L'euro va rottamato e dobbiamo riprendere il controllo della nostra moneta. Chi vota sì al referendum non ha e non avrà mai niente a che fare con noi"

Redazione
Per Salvini basta centrodestra: al via un nuovo progetto "sovranista e popolare"

Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Foto ANSA

Matteo Salvini imbocca con decisione la strada che lo porta ad abbandonare la vecchia definizione di centrodestra, mette la freccia e scatta in sorpasso alla guida del nuovo progetto "trumpista": quello di un contenitore che lui stesso chiama "sovranista e popolare", senza più spazio per gli indugi e gli inciuci. Chi tergiversa, ha ripetuto ancora il giorno dopo la mobilitazione di Firenze, resta fuori. E chi intende seguirlo dovrà avere ben chiaro un percorso che include, senza mezzi termini, anche l'attacco frontale all'Europa.

"L'euro è un esperimento finito, morto, fallito: chiunque voglia governare con noi deve sapere che l'euro va rottamato e che dobbiamo riprendere il controllo della nostra moneta", attacca il leader leghista. L'accelerazione impressa da Salvini non ammette compromessi: "Chi vota sì al referendum non ha e non avrà niente a che fare con me e con la Lega" è il messaggio, che non ammette repliche e che fa tremare ad esempio il sindaco di Venezia che si è espresso favorevolmente al pastrocchio firmato dal duo Boschi/Renzi.

Salvini non intende entrare in quelle che definisce le "dinamiche interne a quello che era il centrodestra", parola destinata a scomparire: "Io non uso più neanche questi termini" ha annunciato rilanciando il programma di difesa della sovranità nazionale. La vittoria del NO non potrà essere seguita da "nessun gioco delle tre carte: a febbraio si torna al voto e senza toccare nessuna legge elettorale, perché la legge c'è e si chiama Consultellum" ha chiarito Roberto Calderoli.

"Voglio vincere: se non governi non cambi nulla, non levi le tasse, gli studi di settore." ha ripetuto Salvini con un richiamo alla coerenza. "Non si possono ripetere gli errori del centrodestra che ha messo dentro tutti". Fuori dunque, sicuramente, Stefano Parisi: un "fantasma", una persona, aggiunge, "che ha paura della sua ombra". Giovanni Toti rivendica la sua presenza alla manifestazione di Firenze e avverte: "ho trovato tanti dei nostri felici di essere lì con me, tanti sindaci". "Per il centrodestra è tempo della chiarezza" avverte anche Giorgia Meloni.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Sicilia, Musumeci al 42%. La Sinistra si mangia le mani
il candidato di centrodestra vola nei sondaggi

Sicilia, Musumeci al 42%. La Sinistra si mangia le mani


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU