menato un operatore del cie

Nuoro, revocata l'accoglienza a nove immigrati: "Sono violenti"

Gli stranieri si sono resi protagonisti di intemperanze e comportamenti violenti all'interno dei centri di accoglienza di Tonara e Olzai, in cui erano ospitati

Fabio Cantarella
Violenze, revoca della misura di accoglienza per nove extracomunitari

Foto generica a fini illustrativi, non legata ai casi sardi

Nove provvedimenti di revoca della misura di accoglienza sono stati adottati dalla Prefettura di Nuoro ed eseguiti dalla Polizia di Stato nei confronti di altrettanti immigrati che, nei giorni scorsi, si sono resi protagonisti di intemperanze e comportamenti violenti all'interno dei centri di accoglienza di Tonara e Olzai, in cui erano ospitati.

In particolare a Tonara, il 18 ottobre scorso, sei migranti del "Centro Monte e Susu" hanno inscenato una manifestazione di protesta nelle strade del paese al fine di ottenere il rilascio di attestati di frequentazione dei corsi di lingua italiana. Manifestazione che ha creato disagi alla popolazione con interruzione del traffico nel paese.

Ad Olzai, invece, il 13 ottobre un migrante ha aggredito un operatore del centro di accoglienza, mentre, nei giorni successivi, due extracomunitari hanno insultato alcune insegnanti operanti nel centro "S'Erularju". Le indagini della Squadra Mobile, hanno consentito di individuare i responsabili e procedere al loro deferimento all'autorità giudiziaria. Infine l'esecuzione dei provvedimenti di revoca da parte dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Nuoro.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia
tensioni al confine Italia-Francia, vandalizzato golf club Claviere

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU