ennesima trovata delle risorse

Bivaccare a scrocco sul treno, la nuova moda rom

Un passeggero: “I controllori hanno paura e non li sanzionano, e loro se ne vantano. Qualcuno si sdraia, altri urlano, nessuno ha il biglietto”

Redazione
Bivaccare a scrocco sul treno, la nuova moda rom

Se ne inventano sempre una nuova, le "risorse" d'Italia. Adesso c'è il malcostume di bivaccare sui treni. I casi sono tanti e a volte chi controlla chiude gli occhi per compassione, è comprensibile. Ma c'è anche chi, non necessariamente profugo, sfollato o sfrattato, gioca a fare il furbetto. Il caso più clamoroso è stato l'anno scorso.


Ed è finita con una denuncia da parte dei pendolari della tratta Milano-Varese la vicenda dei rom, una trentina, che a Busto Arsizio (VA) salivano sul treno delle 7:02 e si mettevano a bivaccare a scrocco nelle carrozze. La denuncia però era stata solo mediatica, nel senso che i pendolari esasperati si erano rivolti al quotidiano varesino La Prealpina per denunciare, appunto, la propria disperazione. “I controllori hanno paura e non li sanzionano, e loro se ne vantano. Qualcuno si sdraia, altri urlano, nessuno ha il biglietto”, dissero i viaggiatori. Che si lamentavano di pagare biglietti salati per poi non poter usufruire di alcune carrozze, diventate ad uso esclusivo dei “portoghesi”.


“Mi sono azzardato a dir loro di rispettare gli altri e fare il biglietto, e mi hanno risposto che loro fanno ciò che vogliono, tanto i controllori hanno paura e non passano a chiedere nulla”, aveva raccontato un pendolare. I viaggiatori lamentavano il fatto che, oltre a non pagare, i rom dessero fastidio con schiamazzi e con atteggiamenti che inducevano i controllori a non esasperare la situazione, girando alla larga. L'introduzione di guardie giurate sui treni ha in seguito disinnescato parte di queste situazioni, ma fino a quando? Una volta venuta meno la vigilanza il fenomeno tornerà a riproporsi, matematicamente. "E intanto io pago", direbbe Totò…

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU