donne in burqa: sono tra noi

Submission? Nel milanese è una pellicola "già vista"

Una lettrice ci scrive: "A Sesto S.Giovanni ormai le donne velate completamente come quella nella foto si aggirano con indifferenza ed alterigia nei luoghi di frequentazione pubblica...."

Redazione
Submission? Nel milanese è una pellicola "già vista"

Daniela, una nostra lettrice, ci scrive: "Vi allego una foto scattata nel centro commerciale Sarca di Sesto s. Giovanni, nel milanese. Ormai le donne velate completamente come quella nella foto si aggirano con indifferenza ed alterigia nei luoghi di frequentazione pubblica. E preciso che non è l'unico episodio isolato ma ormai all'ordine del giorno".

Proprio nei giorni scorsi la Germania aveva vietato il velo integrale, suscitando il plauso di chi, in Lombardia, un'iniziativa analoga l'aveva già posta in essere molti mesi prima. "Condivido pienamente la proposta che i ministri dell'Interno di alcuni Länder tedeschi hanno fatto al ministro dell'Interno tedesco, Thomas De Maizère, di mettere al bando il velo integrale", ha dichiarato l'assessore regionale alla
Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ricordando che in Lombardia, già dal 1° gennaio scorso, "non è più possibile entrare in ospedale, nelle sedi istituzionali della Giunta e degli Enti e Società del Sistema regionale con burqa, niqab o un qualsiasi oggetto che impedisca la riconoscibilità della persona" (ovviamente in luoghi pubblici come i centri commerciali non è possibile proibirlo).


"La Germania", aveva concluso Bordonali, "prova a 'copiare' il nostro provvedimento, andando anche oltre. A questo punto chiediamo ancora una volta al Governo di uscire dal sonno profondo e di prendere una posizione forte, affinché venga impedito l'accesso anche in altri luoghi e la circolazione per le strade a volto coperto". Ci credereste? Renzi non ha risposto...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU