Sceneggiata ad uso televisivo

Terremoto, i sindaci contro Gentiloni: "Casette e zero tasse? Ci ha presi in giro"

I primi cittadini si sentono abbandonati dallo Stato. Toti: "Di fronte ad una simile inefficienza, come fa un cittadino ad avere fiducia nelle istituzioni?"

Redazione
Terremoto, sindaci contro Gentiloni: "Casette e zero tasse? Ci ha presi in giro"

Gentiloni ad Arquata. Foto ANSA

"È passato quasi un anno dalle prime scosse di terremoto che hanno devastato il centro Italia. A dodici mesi di distanza le macerie sono ancora lì, le casette per gli sfollati sono state consegnate col contagocce e ora tornano pure le tasse per chi ha perso la casa e il lavoro. Di fronte ad una simile inefficienza, come fa un cittadino ad avere fiducia nelle istituzioni e nella politica? Qualcuno pagherà il conto di questo disastro e di queste sofferenze? Bisogna cambiare... e in fretta". Lo ha scritto lunedì su Facebook il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, che si è schierato così al fianco dei terremotati che si sentono presi in giro dai governi Renzi e Gentiloni.

Il premier si è presentato lunedì ad Arquata del Tronto per la sceneggiata ad uso televisivo dell'inaugurazione di una casetta, ma è stato accolto dalle contestazioni di sfollati e amministratori comunali che si sentono abbandonati: il sindaco del paese, tra i più colpiti dal sisma, ha dichiarato: "Hanno consegnato solo 26 casette a Pescara per cui sono tornate ad Arquata solo una cinquantina di persone. Dopo un anno la mia gente non c'è più. Hanno portato via 50 mila tonnellate ma ne restano ancora sui 500mila e ho il centro storico ancora inaccessibile perché è tutto pericolante e non si può accedere finché non portano via tutto. A un anno di distanza, la mia gente è ancora tutta lontana".

Ancora più duro Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice: "Ci avevano promesso l'esenzione per 2 anni, invece..." ha detto, ha pochi giorni dal triste anniversario del sisma. "Sull'esenzione da tasse e contributi ci hanno preso in giro. È una fregatura di Ferragosto. Ho studiato il bando pubblicato dal ministero dello Sviluppo economico: non c'è quello che era stato stabilito. Ci avevano promesso l'esenzione dai contributi e dalle tasse per le imprese per due anni. E invece c'è solo un credito d’imposta. E questo non va bene". La promessa fatta dal premier, relativa a zero tasse e zero contributi per due anni per i terremotati, si è invece di fatto risolta nella solita "presa in giro".

In un'intervista pubblicata lunedì dal Messaggero, Pirozzi ha spiegato: "Io avevo detto che la zona urbana franca doveva essere appannaggio soltanto dei 55 comuni che hanno una zona rossa, che era un criterio. Invece l'hanno allargata a tutti, perché poi la civiltà dei clientes parte dall'Antica Roma. Le promesse erano altre. Il Mise ha pubblicato il bando sotto Ferragosto. Io ho telefonato dicendo: non mi prendete in giro, vi faccio la guerra. Mi auguro che si siano sbagliati, è uno scippo". Purtroppo non era uno sbaglio: si tratta dell'ennesima vergogna italiana. Gentiloni, costretto a replicare alle accuse, si è limitato a dire: "Qui c'è un problema al giorno. Risolveremo anche questo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Autostrade per l’Italia asfalta le responsabilità
L'AMOR PATRIO AI TEMPI DEL CASELLO

Autostrade per l’Italia asfalta le responsabilità


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU