fingevano di scappare dalla guerra

False dichiarazioni per i permessi di soggiorno: denunciati dieci pachistani

Sventato a Udine un "giro" che garantiva documenti fasulli ai clandestini; nei guai anche una donna del posto che millantava lavori inesistenti

Redazione
False dichiarazioni per i permessi di soggiorno: denunciati dieci pachistani

False dichiarazioni per ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno di cittadini extracomunitari; a finire nei guai dieci immigrati pakistani, che avevano allegato alla domanda di rinnovo una comunicazione di ospitalità falsa. Le denunce sono scattate venerdì a seguito dell’operazione di controllo e di monitoraggio della Questura di Udine che, già lo scorso 24 marzo, aveva scovato 33 cittadini stranieri che avevano inviato finte comunicazioni di ospitalità. 


Grazie all’attività degli agenti sono stati indagati anche 4 cittadini ghanesi che avevano dichiarato una falsa provenienza, da paesi colpiti dalla guerra civile, pur di riuscire a chiedere asilo. Per ottenere il rinnovo del soggiorno sono finiti nei guai anche un cittadino bengalese e una cittadina rumena. 


All’interno dell’operazione è stata individuata anche una 40enne udinese, titolare di una ditta di pulizie, che, aiutata due uomini, ha assunto fittiziamente 4 stranieri - 2 cinesi, 1 tunisino e 1 albanese - sempre ai fini del rinnovo del soggiorno, e due uomini denunciati per truffa aggravata ai danni dello Stato. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Morta banda ladri di ladri rom, nell'auto monili e arnesi da scasso
di origine serba, risiedevano in campo nomadi

Morta banda di ladri rom, nell'auto monili e arnesi da scasso

L'Unione Africana: "Chi ci dipinge male provoca le partenze"
senatore ruandese sconfessa le balle dei buonisti nostrani

L'Unione Africana: "Chi ci dipinge male provoca le partenze"

Padova, "Siamo profughi, no sfratta". Ma la casa è piena di droga
In Canada si abbattono le croci per far posto all'Islam. Barghout: "Pessimo segnale"
la denuncia della studentessa italo-marocchina di padova

In Canada si abbattono le croci per far posto all'Islam. Barghout: "Pessimo segnale"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU