(In)giustizia italiana

Giovane italiano si difende dall'aggressione di un marocchino, ma viene rinviato a giudizio

La vicenda si collega all'episodio avvenuto in un giorno di aprile del 2014, a Rovereto, e il ragazzo dovrà andare a processo venerdì questo con l'accusa di lesioni personali

Ismaele Rognoni
Truffatori si spacciano per carabinieri. Arrestati da quelli veri

La vicenda risale ad aprile del 2014 quando un gruppo di ragazzi, mentre stavano ritornando a casa verso le 3 del mattino dopo la serata in una discoteca di Rovereto, accosta presso la Stazione ferroviaria un attimo l'automobile dato che due dei giovani non si sentivano troppo bene.
A quel punto un trentenne marocchino, forse ubriaco o forse sotto effetto di altre sostanze, si avvicina a loro chiedendo informazioni sugli orari dei treni. Essi, non abitando a Rovereto, non sono in grado di rispondergli e rifiutano la richiesta del nordafricano che voleva essere accompagnato a Trento sulla loro macchina.

Passati alcuni minuti decidono di ripartire, ma l'extracomunitario balza davanti al veicolo tentando di salirvi. Preso dallo spavento che potesse estrarre un coltello o qualche altra arma, uno dei ragazzi, un incensurato venticinquenne, si difende e lo colpisce con un pugno.
Dopo essere stato colpito l'immigrato fotografa l'automobile e fugge via, mentre i giovani italiani allertano le Forze dell'Ordine che rintracciano il marocchino portandolo al Pronto Soccorso dove gli vengono dati 10 giorni di prognosi, sommando in maniera del tutto errata non solo il pugno partito per autodifesa ma anche i danni che il nordafricano aveva subito da una bottigliata in testa ricevuta ore prima

Pertanto l'extracomunitario ha deciso di sporgere denuncia e il ragazzo italiano dovrà andare a processo venerdì 16 dicembre con l'accusa di lesioni personali. Questo è purtroppo l'ennesimo esempio di ingiustizia italiana. 


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Scontro tra PD e M5S
stracci volanti In Consiglio Comunale

Ius soli, a Torino è scontro tra PD e M5S

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano
da tempo i cittadini dicono no al ghetto dei clandestini

Scoppia la lite nel suk di Torino, nigeriano accoltella e uccide un italiano


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU