Chiamatelo Reddito d'immigrazione

Reddito d'inclusione: il PD regala un assegno mensile a 600.000 immigrati

La misura, che scimmiotta il reddito di cittadinanza dei grillini, potrebbe incentivare i disperati di tutto il mondo a sbarcare nel nostro Paese. Con due anni di permanenza, risultando nullatenenti, uno straniero su otto beneficerà del sussidio pagato dai contribuenti

Redazione
Reddito d'inclusione: il PD regala un assegno mensile a 600.000 immigrati

Foto ANSA

Più che reddito d’inclusione (Rei), dovrebbe chiamarsi reddito d’immigrazione. Nel senso che a beneficiarne saranno una marea d’immigrati, i quali potranno usufruire del sussidio pagato dai contribuenti in una proporzione percentualmente maggiore, e di molto, rispetto agli italiani.

La misura del PD, che fa il verso al reddito di cittadinanza dei grillini, riguarderà circa 600.000 stranieri, ovvero uno su otto, dato che i regolari presenti sul territorio sono 5 milioni. Le stime sono ricavate dal del Rapporto sulla Politica di Bilancio 2018, pubblicato dall’Ufficio parlamentare di Bilancio. Ebbene, i beneficiari intascheranno fino a 535 euro al mese e per il 24% saranno stranieri.

In sostanza il governo PD assicurerà un assegno mensile agli immigrati che, pur risultando nullatenenti, restano in Italia per almeno due anni. Incentivando, di fatto, i disperati di tutto il mondo a sbarcare nel nostro Paese restandoci il più a lungo possibile. Tanto a mantenerli ci penserà il contribuente italiano. La Lega del tutto inascoltata aveva lanciato per tempo l’allarme, con il responsabile economico del Carroccio Claudio Borghi che definì il reddito di cittadinanza dei grillini, maldestramente scimmiottato dal PD con questo Rei, “una pacchia per gli immigrati”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini impiccato, protesta la Lega
la discutibile vignetta di staino

Salvini impiccato, protesta la Lega

Salvini impiccato, protesta la Lega
la discutibile vignetta di staino

Salvini impiccato, protesta la Lega


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU