"SONO UN IDEALISTA"

Bye bye 5 Stelle, parla Marco Zanni: "Grillo traditore, solo Salvini si batte contro l'Euro"

Abbiamo intervistato l'eurodeputato che ha deciso con coraggio di mollare i grillini per aderire al gruppo di Marine Le Pen e di Matteo Salvini: "Il tradimento l'ha fatto chi ha cambiato idea sull'Europa"

Francesco Vozza
Bye bye 5 Stelle, parla Marco Zanni: "Grillo traditore, solo Salvini si batte contro l'Euro"

Ha mollato i 5 Stelle per aderire al gruppo di Marine Le Pen e Matteo Salvini in aperta polemica con la scelta di Grillo di tentare un accordo con l'ALDE, il gruppo più europeista presente dentro il parlamento di Bruxelles: l'eurodeputato Marco Zanni è da qualche ora al centro della scena politica per via del terremoto mediatico che ha investito i pentastellati dopo la figuraccia europea (l'ALDE, infatti, ha respinto la loro adesione, costringendoli a tornare con Farage). Zanni ci ha gentilmente concesso un'intervista, spiegandoci più nel dettaglio le sue ultime decisioni...


- Ciao, Marco. Raccontaci brevemente chi sei e come sei arrivato a Bruxelles
Sono un ragazzo di 30 anni, bergamasco, ed ho una laurea in Economia. In passato ho lavorato in banca, ma ho sempre sviluppato un forte interesse per la politica, in particolare per la tematica della regolamentazione bancaria. Ho deciso di candidarmi al parlamento europeo per poter condurre con forza la battaglia contro la moneta unica. Attualmente faccio parte della commissione affari economici e monetari e della commissione bilanci. Proprio a proposito di bilanci: ogni anno l'Italia regala miliardi di euro a Bruxelles, ma una buona parte di questi soldi non viene mai restituita al nostro paese: perdiamo almeno 5 o 6 miliardi ogni 12 mesi.

- Perché a suo tempo hai aderito al Movimento 5 Stelle?
Ci credevo. Era un progetto nuovo che sembrava non avere una struttura gerarchica, perciò ho pensato che potesse garantire anche ad un ragazzo idealista come me l'opportunità di fare politica.

- Che cosa ti ha spinto ad aderire al gruppo europarlamentare di Marine Le Pen e di Matteo Salvini?
Ho sempre voluto portare avanti la battaglia contro l'Euro e all'inizio il Movimento 5 Stelle era pienamente d'accordo su questa linea. Poi, però, c'è stato un appiattimento sul tema, tanto che ad un certo punto è praticamente sparito dalla nostra piattaforma rivendicativa. Infine c'è stata la classica goccia che fa traboccare il vaso: l'accordo (tentato e pure fallito!) con l'ALDE, approvato con una votazione sul blog costruita ad arte con informazioni fasulle. Altro che democrazia diretta, il Movimento ha una struttura prettamente verticistica.

- Alcuni grillini ti additano come traditore. Tu cosa rispondi a questa pesante accusa?
Che il tradimento l'ha fatto chi ha cambiato idea sull'Euro e sull'Europa, non certo io che, anzi, ho preferito continuare a portare avanti la mia battaglia in un gruppo credibile su questi temi.

- Grillo vorrebbe farti pagare una penale da 250mila euro. Intendi accontentarlo?
Quella roba là non ha nessun valore legale, anzi potrebbero esserci dei rischi penali per chi propone questo tipo di cose.

- Chi è peggio tra Juncker e Verhofstadt?
Una bella lotta. Purtroppo ho conosciuto direttamente il primo, dunque ti dico Juncker. Tra l'altro non so nemmeno se sia sempre sobrio...

- Cosa ne pensi di Matteo Salvini?
Matteo ha fatto un gran lavoro ed è l'unico leader in Italia che sta portando avanti seriamente la battaglia contro l'Euro, avvalendosi di preparatissimi collaboratori come l'economista Claudio Borghi.

- Un'ultima battuta e ci serve una risposta secca: gli inglesi hanno vinto la loro battaglia contro Bruxelles, la vinceremo anche noi italiani prima o poi?
Sì, penso proprio di sì. Sarà l'inevitabile corso della storia a farci vincere, perché l'Europa, come tutti i progetti imperialisti, crollerà. E sono certo che il 2017 ce lo ricorderemo a lungo: secondo me ci riserverà delle sorprese...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sondaggio SWG: la Lega torna a crescere
centrodestra primo partito, poi pd e m5s

Sondaggio SWG: la Lega torna a crescere

Milano, squadristi rossi in Comune e Sala alza il pugno e tace
Vilipendio, offese e minacce da parte dei "democratici"

Milano, squadristi rossi in Comune. Sala alza il pugno e tace

Sondaggio SWG: la Lega torna a crescere
centrodestra primo partito, poi pd e m5s

Sondaggio SWG: la Lega torna a crescere

Salvini a Roma: "Grazie alla Lega e alla gente lo Ius soli non si farà"
"mi candido nei collegi dove si presenta Renzi"

Salvini a Roma: "Grazie alla Lega e alla gente lo Ius soli non si farà"

Bolkestein affossata, esulta la Lega
direttiva Ue impone vincoli inaccettabili

Bolkestein affossata, esulta la Lega


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU