I DELIRI DELL'Ue

L'Europa ordina: più moschee. E ius soli

Secondo la Commissione anti-razzismo del Consiglio d'Europa dobbiamo "muoverci" ad aprire luoghi di culto per gli islamici e naturalizzare gli stranieri per combattere il razzismo

Redazione
Fedeli musulmani in preghiera

Foto ANSA

"Le autorità italiane approvino una nuova legge o riformino la legge sull'accesso alla cittadinanza in modo tale che nessun bambino nato in Italia sia apolide." Questo il monito lanciato da Bruxelles, tramite l'Ecri, la commissione europea contro il razzismo.
Le direttive, o meglio gli ordini, sono assai precisi:"L'Italia deve completare l'iter legislativo per la modifica della legislazione sull'acquisto della cittadinanza al più presto possibile, al fine di facilitare la naturalizzazione di minori stranieri nati o che hanno frequentato la scuola in Italia".


Ma i diktat al nostro paese non si fermano qui, e dai burocrati arriva anche quello per l'aumento delle moschee sul nostro territorio. Difatti per l'Ecri, sarebbero troppo poche rispetto al milione e 700mila musulmani presenti sul nostro territorio, e anche qui prontamente arriva la soluzione, "particolare attenzione nella rimozione di ostacoli giuridici o amministrativi non necessari alla costruzione di un numero sufficiente di luoghi di culto islamici".


Infine, non poteva mancare la chiosa da propaganda buonista secondo cui "gli Stati devono combattere le violenze a sfondo razzista e implementare le politiche d'integrazione per migranti, richiedenti asilo e rifugiati".
Insomma, mentre mezza Europa, chiude o si prepara a chiudere i propri confini, e nel bel mezzo di una guerra senza precedenti dichiarataci dall'Islam radicale dell'Isis, all'Italia, il paese geograficamente più esposto dall'immigrazione, viene chiesto di costruire nuovi centri di culto per i musulmani e naturalizzare più stranieri possibile. Sensato no? 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU