conti in svizzera

Sospese la presidentessa del Brasile. Ora chiedono la sua testa

Giochi di potere a Brasilia: lui fece cadere Dilma Rousseff, adesso è il suo turno. Beccato per i soldi che aveva nascosto in territorio elvetico

Redazione
Sospese la presidentessa del Brasile. Ora chiedono la sua testa

Foto ANSA

La commissione etica del Parlamento brasiliano ha raccomandato la destituzione del presidente del Congresso dei deputati, Eduardo Cunha, l'architetto della sospensione dal potere della presidente Dilma Rousseff. Il potentissimo Cunha è accusato di aver mentito su conti bancari in Svizzera non dichiarati, intestati a lui e a sua moglie.

Robetta, a confronto dell'Italia. Ma all'estero, nei cosiddetti "Paesi del Terzo Mondo", la morale esiste ancora. La presidente del Brasile ha detto dal canto suo di voler negoziare un patto politico che eviti la conferma della sua destituzione e di essere favorevole a nuove elezioni. Le accuse a Cunha rientrano in un'inchiesta sulla corruzione parlamentare. La "tangentopoli" brasiliana ha visto il politico sospeso dall'incarico di parlamentare della Camera bassa dalla Corte Suprema del Brasile il 5 maggio 2016, con l'accusa di aver tentato di intimidire i membri del Congresso e di avere ostacolato le indagini sulle tangenti che avrebbe preso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU