Grane democratiche

Massimo D'Alema: "Pur di cacciare Renzi sono pronto a votare la Raggi"

L'ex segretario attacca il premier annunciando l'adesione ai comitati per il No al referendum: "Direi sì anche a Lucifero per mandarlo via"

Redazione
D'Alema: "Pur di cacciare Renzi sono pronto a votare la Raggi"

Massimo D'Alema con Matteo Renzi. Foto ANSA

Massimo D'Alema si dice disposto a votare anche "Lucifero" pur di cacciare Renzi, quindi a Roma non si farebbe problemi nel sostenere al ballottaggio la candidata grillina Virginia Raggi invece di quello del Pd, Roberto Giachetti. Secondo quanto riportato da Repubblica, l'ex segretario dei Democratici di sinistra avrebbe rivelato nel corso di alcuni colloqui tenuti durante la campagna elettorale il proprio piano per far cadere Matteo Renzi: "Voto per la Raggi e invito chi mi chiede un consiglio a fare altrettanto". L'obiettivo di D'Alema è molto chiaro: indebolire il premier e segretario del Pd, far cadere il suo governo e dopo "mettersi al lavoro per ricostruire la sinistra riformista" lavorando contemporaneamente su due fronti: da una parte quello dei ballottaggi di domenica a Roma e Milano, dall'altra quello del referendum costituzionale di ottobre, in vista del quale D'Alema si prepara ad aderire ai comitati del No.

Il famoso "baffetto", che è presidente della Fondazione Italianieuropei, ha tenuto di recente molte riunioni nelle quali - si legge su Repubblica - avrebbe spiegato in modo molto chiaro che "sulla strada di questo traguardo si passa da due tappe: quella di domenica, i ballottaggi di Roma e Milano, e il referendum costituzionale di ottobre". Se perde Roma e Milano - è il suo ragionamento - Renzi uscirà molto ridimensionato e una doppia sconfitta avrebbe pesanti ripercussioni sulla politica nazionale. "Verrebbero ribaltati tutti i rapporti di forza - spiega - cominciando dal Pd". D'Alema avrebbe sottolineato che siamo lontani anni luce dal dato delle Europee, ovvero dal 41 per cento grazie al quale il premier-segretario ha potuto fare il bello e il cattivo tempo in Parlamento. "Quel risultato è figlio di un terrore del vuoto, pochi mesi dopo le elezioni politiche. Oggi è cambiato tutto", avrebbe ripetuto D'Alema. "Una sconfitta del premier non provocherebbe affatto una crisi di sistema. Dopo di lui un'alternativa c'è, eccome".

D'Alema ha intenzione di spendersi in prima persona per far bocciare il ddl Boschi al referendum costituzionale: "La riforma crea un sistema presidenziale" - ha spiegato in più di un'occasione. - "L'idea del limite di due mandati, totalmente sgrammaticata sul piano istituzionale, cos'altro è se non l'ammissione di una specie di elezione diretta?". L'ex premier vuole impegnarsi nella campagna referendaria sostenendo i comitati contro la riforma costituzionale: "L'obiettivo è riunire tutti i pezzi della sinistra, partendo dalle varie anime della minoranza dem". Con lui ci sono già il governatore pugliese Michele Emiliano, l'ex sindaco Ignazio Marino e il direttore della Treccani Massimo Bray. "In questi comitati potrebbe confluire Area socialista, la componente del Psi costituita da Bobo Craxi in opposizione al segretario Riccardo Nencini schierato con il Sì - fa notare Repubblica - la rete si sviluppa, ma tutto dipende da come si chiuderanno le urne domenica sera. All'ombra del Campidoglio e del Duomo, soprattutto".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU