chissà se sanno che il virus si trasmette negli ambienti saturi?

Università, Manfredi: "A settembre si torni in aula". Coronavirus ringrazia...

"Dopo l'estate, se lo consentirà l'andamento del contagio, bisogna ripartire il più possibile in presenza. L'università è una comunità"

Redazione
Università, Manfredi: "A settembre si torni in aula". Coronavirus ringrazia...

Chissà se i nostri cervelloni al Governo sanno che il coronavirus si trasmette non solo con tosse e sputacchi, ma anche in ambienti chiusi saturi di goccioline di saliva in sospensione? Perché è emerso ieri (anche se gli scienziati giapponesi sono mesi che lo dicono) durante la testimonianza, sui canali Mediaset, di un medico romano distaccato come volontario in Lombardia per la lotta al covid. Che, ironia della sorte, il virus maledetto se l'è beccato non appena tornato al lavoro in un ospedale della Capitale. "Ho sempre seguito tutte le precauzioni", ha detto alle telecamere, "ma è bastato che mi togliessi un attimo la mascherina in un ambiente saturo di microbi per prenderlo". E questo spiega perché nelle Rsa sia stata strage, con anziani ammassati in ambienti chiusi. Altro che la distanza di un metro.

E a settembre il pericolo si riproporrà riaprendo le scuole. Perché non è vero che i giovani il virus non lo prendono. L'Università italiana, poi, è famosa per le aule affollate, per tacere dei mezzi pubblici pieni all'inverosimile quando son in viaggio gli studenti. Il rischio dunque c'è. Eppure..."A settembre si torni a fare lezione in aula". Il ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, in un'intervista a Repubblica sprona gli atenei titubanti a riaprire. Solo 17 faranno esami in presenza a luglio."Intanto è un segnale", spiega Manfredi. "Ma dopo l'estate, se lo consentirà l'andamento del contagio, bisogna ripartire il più possibile in presenza. L'università è una comunità". Basta che non la trasformiate in lazzaretto...

Manfredi sottolinea che i "i servizi online andranno garantiti solo per gli studenti internazionali, i fuori sede che non saranno in grado di spostarsi e laddove l'affollamento non consente la frequenza a tutti". Il mio invito, dice ancora il ministro, "è a non contrapporre la didattica in presenza a quella a distanza, non buttiamola in scontro. Il tempo in cui il docente sale in cattedra e parla di fronte agli studenti, cioè la lezione frontale va rivista. Innovare la didattica è una esigenza e in questo la tecnologica può aiutare. La mia idea è che la didattica è interazione, che si debba stare in aula senza però fare crociate anti tecnologiche".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Bergamo, coop dell'accoglienza nella bufera. Lega sulle barricate
inchiesta sui fondi per i richiedenti asilo

Bergamo, coop dell'accoglienza nella bufera. Lega sulle barricate

scuola
Esami di Stato del secondo ciclo

Riforma Azzolina, cosa cambia per la scuola

Scuola privata, quanto ci costi?
Istituti cattolici e IMU

Scuola privata, quanto ci costi?

Troppi stranieri in classe? L'apprendimento generale cala
quel test invalsi che non piace ai buonisti

Troppi stranieri in classe? L'apprendimento generale cala


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU