il popolo contro le megabollette

Argentina: prima protesta di piazza contro governo Macri

Il salto registrato nel prezzo dell'energia, a volte superiore al 1000%, ha fatto intervenire la giustizia, che lo ha congelato a livello nazionale

Alfredo Lissoni
Argentina: prima protesta di piazza contro governo Macri

Il governo argentino di Mauricio Macri ha dovuto affrontare giovedì notte la sua prima contestazione di piazza: migliaia di argentini hanno protestato - con manifestazioni di strada e al suono delle pentole, nei cosiddetti "cacerolazos" - contro il forte aumento delle bollette, specialmente del gas, dopo l'eliminazione dei sussidi al consumo. "Basta con il tarifazo", si leggeva in uno dei cartelli esibiti nella protesta inscenata intorno all'Obelisco che segna il centro stesso di Buenos Aires.


Le manifestazioni erano state convocate da gruppi di oppositori di sinistra e kirchneristi, ma la maggior parte dei partecipanti sono arrivati in piazza in modo spontaneo, o rispondendo ad appelli lanciati sui social network. L'aumento delle bollette, il cosiddetto tarifazo, è diventato la spina nel fianco del governo Macri, a sette mesi dalla sua inaugurazione (in Italia, invece, per lo stesso motivo in piazza non scende più nessuno). Il salto registrato nel prezzo dell'energia, a volte superiore al 1000%, ha fatto intervenire la giustizia, che lo ha congelato a livello nazionale. Il governo ha reagito fissando un tetto massimo del 400% per gli aumenti per il consumo domestico, ricorrendo in appello la decisione dei tribunali e lanciando appelli al risparmio dell'energia, ma è stato accusato di non aver valutato l'impatto sociale che avrebbe avuto l'abolizione dei sussidi sulle bollette.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU