pet in estate

Prontuario felino-canino per la calura estiva

Un sintetico vademecum da adottare per consentire, a noi ed ai nostri amici di pelo, di affrontare serenamente questo periodo dell’anno

Stefania Genovese
Prontuario felino-canino per la calura estiva

Estate tempo di scorribande felici in compagnia dei nostri pet, ed anche tempo di vacanze da trascorre più liberamente con loro, ma attenzione anche ai possibili imprevisti che purtroppo possono derivare da un eccessivo colpo di calore cagionato della forte umidità presente durante le giornate e dalle ricorrenti eccessive temperature. Qui di seguito un sintetico prontuario da adottare per consentire, a noi ed ai nostri amici di pelo, di affrontare serenamente questo periodo dell’anno.

In primis non lasciare mai cani e gatti in auto, neanche per pochi minuti; nonostante infatti si ritenga che tenere i finestrini abbassati possa consentire loro una buona ventilazione, la temperatura all’interno dell’abitacolo può salire pericolosamente e raggiungere anche i 70° C e diventare molto pericolosa compromettendo la respirazione e portando al collasso le povere bestiole. Qualora siate testimoni di un situazione in cui un cane sia stato lasciato negligentemente chiuso in una automobile, ed in cui il proprietario della stessa non sia reperibile, e vi accorgeste che il pet versi in uno stato di sofferenza, non esitate a contattare le forze dell’ordine (polizia, carabinieri e vigili).


Recentemente nello stato americano del Vermont è stata varata una legge che consente di infrangere il finestrino dell’auto, abbandonata sotto il sole cocente, per sottrarre il malcapitato animale da una morte sicura. Da noi non è contemplata ancora questa possibilità, ma il codice penale punisce severamente chi è reo di incuria e di negligenza nei confronti del proprio pet (Articolo 727).

Se si viaggia in auto per lunghe percorrenze cercare di tenere l’animale al buio con una tendina, areare l’abitacolo e fare delle soste, se possibile. Attenzione anche all’aria condizionata; cercare di non orientarla verso il pet, e soprattutto regolarla in modo che la differenza tra ambiente esterno ed ambiente interno non superi i 5° C. Tenere sempre a disposizione una bottiglietta d’acqua fresca (non fredda), per bagnare muso, testa e zampe dell’animale, consentendo in tal modo di mantenere una temperatura corporea equilibrata. Per alcune specie di animali, anche tosare il pelo, potrebbe non essere utile, in quanto cani e gatti non hanno una traspirazione cutanea tale da consentirgli in questo caso un abbassamento idoneo della temperatura, anzi  in tal caso, potrebbero essere maggiormente esposti ad ustioni. Non costringeteli a lunghe passeggiate sull'asfalto rovente perchè ciò potrebbe impedire loro di espellere calore, meglio dunque portarli sull'erba, sempre in prima mattinata o nel tardo pomeriggio, e sempre portando con noi dell'acqua...


Se il nostro pet è albino o ha la pelle rosa o poco pelo tipo il Bull Terrier, premurasi di spalmare su muso, orecchie e pancia una crema a filtro solare,  (idonee anche quelle per bambini), avendo l'accortezza che l'animale non ne ingerisca, leccandosi, una eccessiva quantità, in quanto potrebbe provocargli problemi intestinali. Anche taluni mici sono soggetti a grave problematiche legate agli irraggiamenti solari elevati; soprattutto quelli di colore bianco che sono predisposti a sviluppare carcinomi maligni, quindi consentire loro di avere sempre un riparo all'ombra.

Per quanto riguarda l’alimentazione, tenere sempre pulite le ciotole del cibo e provvedere a mantenere sempre fresco, sostituendolo spesso, il recipiente con acqua, fondamentale per una corretta idratazione. Non preoccuparsi se il nostro cane o gatto mangiano di meno; è una reazione fisiologica adattiva allo stagione calda. Piuttosto sarebbe utile adottare una dieta consona, alternando alimenti secchi ad alimenti umidi.

Se l’animale vuole prevalentemente rimanere all’aperto consentiamogli di rimanere sempre in luoghi freschi, ombreggiati e ventilati, magari predisponendo le cucce sotto assi di legno o meglio ancora preferendo questo materiale come posto di dimora "doc", in quanto esso isola maggiormente dal calore. Se possibile procurarsi grandi catini sempre posizionati all’ombra, in modo tale che il cane possa rinfrescarsi da solo, saltandoci dentro.

Come riconoscere un colpo di calore? Se l'animale presenta un aumento della temperatura corporea elevata, se inizia ad ansimare sempre più frequentemente, a procedere in modo disordinato e vacillante, se si presenta affaticato con un visibile arrossamento delle gengive e delle membrane degli occhi, oppure non riesce a muoversi, tutti questi, senza dubbio, sono segnali che stanno ad indicare uno status critico che richiede un pronto intervento! Dunque subito cercare di bagnare con stracci freddi la bestiola (non usare ghiaccio perchè la vasocostrizione indotta impedirebbe l'espulsione del calore) e quanto prima possibile recarsi dal veterinario.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Compagni, la festa è finita...
cala il sipario sul bomba

Compagni, la festa è finita...

Addio Berhault , cane eroe
salvava le vittime intrappolate dal sisma

Addio Berhault, cane eroe

Lipu in piazza con i banchetti natalizi pro natura


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU