Renzi tradisce i cattolici con la complicità dei giornali.

Marco Carandina
Renzi tradisce i cattolici con la complicità dei giornali.

"Ho giurato sulla costituzione, non sul Vangelo".Il dibattito sulle unioni civili e il rischio dell'inserimento della stepchild adoption si riaccendono con le parole del presidente Renzi. "Io sono cattolico ma faccio politica da laico [...] ho rispetto di tutti" continua il Premier. Il promotore del Family Day Massimo Gandolfini minaccia ritorsioni sul referendum di ottobre e Renzi rispetta anche questa posizione. Il resto del mondo cattolico non si schiera (come al solito), anzi alcuni importanti giornali (Avvenire) e riviste (Civiltà cattolica) sembrano aggirare il tema vertendo con favore sul referendum di ottobre. I mezzi di comunicazione del clero e dei movimenti cattolici prendono le distanze da esponenti politici come Matteo Salvini; il leader leghista invita i sindaci a "disobbedire" (secondo i media) e a non celebrare unioni civili tra coppie gay anche se guardando la realtà non farebbero altro che "obbedire" ai propri elettori e ai cittadini cattolici che dovrebbero unirsi e seguire l'unico esponente politico di un Cattolicesimo in evidente crisi identitaria. Finché esisteranno divisione e opportunismo nel mondo cattolico, assisteremo a squallidi compromessi tra governo ed esponenti ecclesiastici, non si consoliderá un polo politico a difesa dei valori cristiani che, piaccia altri "finti cattolici" (come Renzi) o no, sono ben radicati nella cultura italiana, nella nostra storia, nelle nostre tradizioni. A cura di Marco Carandina

Largo Agostino Gemelli, 20123 Milano, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Uccio

    Rizzi

    22:10, 17 Maggio 2016

    Lo Stato é laico; deve essere laico, al contrario, domani, potremmo trovarci in uno "stato islamico". Allora, lasciamo perdere la divisione cattolici / islam. A parte che certi fanatici cattolici potrebbero anche approvare certe "posizioni islamiche". La vera lotta di libertá é tra laici (che professano la loro fede in modo privato) e fondamentalisti (che vorrebbero applicare le regole della loro fede a tutta la societá). Ovviamente, tutti i residenti in uno stato laico, in questo caso Italia, dovranno rispettare le leggi (laiche) dello stato.

    Rispondi

    Report


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU