I sinistri italiani che dicono?

Fondamentalismo islamico, in Bangladesh è caccia a gay, atei e monaci

Prosegue il massacro degli "infedeli" da parte degli estremisti della Valle dell'Indo. Tutti ammazzati a colpi di machete dagli jihadisti locali

Alfredo Lissoni
Fondamentalismo islamico, in Bangladesh è caccia all'ateo

Ananta Bijoy Das, il blogger ucciso dai musulmani bangli perché ateo

Arrestato in Bangladesh un presunto militante islamico, ritenuto l'assassino (a colpi di machete) di due attivisti per i diritti gay. Xulhaz Mannan, direttore dell'unica rivista del Paese per la comunità gay e lesbica, e l'attivista Mahbub Tonoy sono stati uccisi in un appartamento di Dacca ad aprile il mese scorso da almeno sei uomini armati di machete e fucili. Secondo la polizia l'arrestato appartiene a un gruppo islamista, l'Ansarullah Bangla Team, accusato di una serie di assassinii altrettanto sanguinari di blogger laici e atei. "Abbiamo arrestato un uomo in relazione all'omicidio di Xulhaz Mannan" ha detto il portavoce della polizia di Dacca Maruf Hossain Sorder. "È un membro dell' Ansarullah Bangla Team".

Ieri un anziano monaco buddhista è stato ucciso in un tempio nella provincia di Bandarban, il settimo omicidio di questo tipo da inizio aprile. L'anno scorso, invece, sono stati tre i blogger assassinati per le loro idee, per avere osato esporle e soprattutto per essersi dichiarati atei. L’ultimo caso si era verificato vicino Dacca il 12 maggio 2015, quando un commando di uomini con il volto coperto aveva ucciso a colpi di machete un noto giornalista telematico, Ananta Bijoy Das. L’aggressione era avvenuta nella città di Sylhet.

Imran Sarker, presidente della associazione dei blogger bengalesi, ha riferito che Das era ateo e scriveva per il blog Mukto-Mona, il sito-web la cui direzione era affidata ad Avijit Roy, il blogger di idee liberale naturalizzato in America, ucciso tre mesi prima a Dacca. Per l’omicidio di Avijit Roy sono stati arrestati tre fondamentalisti islamici. Sempre in quei giorni a Dacca era stato ucciso Washiqur Raman accusato di irridere l’Islam.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU