li facevano venire tutti qua

Falsificavano i documenti dei clandestini. C'è anche l'amico di Anis Amri

8 ordinanze di custodia e 20 perquisizioni a carico di 19 indagati coinvolti nella produzione di documenti destinati a Paesi esteri sia dell'area Schengen che extra Schengen

Redazione
Falsificavano i documenti dei clandestini. C'è anche l'amico di Anis Amri

Tra gli indagati dell'operazione "Mosaico 2" - che ha permesso alla Polizia di Stato di disarticolare un hub del falso documentale finalizzato a favorire l'immigrazione clandestina - c'è anche un algerino sospettato di aver favorito Anis Amri, autore della strage di Berlino del 2016.

La notizia: i poliziotti della Digos di Roma, coordinati dalla procura di Napoli, stanno eseguendo 8 ordinanze di custodia e 20 perquisizioni a carico di 19 indagati coinvolti in una filiera transnazionale dedita alla produzione di documenti falsi destinati a Paesi esteri sia dell'area Schengen che extra Schengen, al fine di favorire l'immigrazione clandestina. Coinvolte le province di Napoli, Caserta e Benevento.

L'operazione, denominata "Mosaico 2", è coordinata anche a livello internazionale dal "Servizio per il contrasto dell'estremismo e del terrorismo esterno", presso il quale è stata istituita un'apposita cabina di regia con la partecipazione dell'Ectc (European counter terrorism centre) di Europol, che sta guidando analoghe attività operative in diversi Stati europei. In campo con gli agenti romani anche le Digos di Napoli, Caserta e Benevento, la Polizia scientifica ed il Reparto prevenzione crimine.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Chat anti-Salvini, salta l'ANM?
i nodi vengono al pettine

Chat anti-Salvini, salta l'ANM?

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi
fermati dalla guardia costiera tunisina

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi
fermati dalla guardia costiera tunisina

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi

Clandestini e spacciatori. In manette due "risorse" a Cremona
il loro veleno ha fatto morire una 37enne

Clandestini e spacciatori. In manette due "risorse" a Cremona


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU