L'Ungheria contro l'Ue

Orbán: "No alle imposizioni di Bruxelles. Continueremo a difendere i nostri confini"

Il premier alla commemorazione della rivoluzione del 1848: "Impediremo che ci venga imposto dall'Europa di sostituire la nostra gente con altre popolazioni"

Redazione
Orbán: "Non accetteremo imposizioni da Bruxelles. Continueremo a difendere i confini"

Da Facebook

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha ribadito le sue critiche verso l'Unione europea mercoledì a Budapest, in occasione della cerimonia pubblica di commemorazione della rivoluzione civile magiara del 1848. "Noi vogliamo sopravvivere, e questo significa che dobbiamo combattere, anche contro le imposizioni di Bruxelles, difendere i nostri confini, impedire che ci venga imposto di sostituire la nostra gente con altre popolazioni che qualcuno ha deciso debbano stabilirsi sul nostro territorio" ha detto il premier, riferendosi chiaramente alle quote obbligatorie di immigrati.

Parlando fuori dal Museo Nazionale, Orbán ha spiegato che l'Unione non dovrebbe occuparsi del passato o del futuro dell'Ungheria, quanto piuttosto della sicurezza dell'Europa. Il primo ministro ha detto: "Ora abbiamo la possibilità di modificare profondamente e pacificamente l'Europa, ma affinché ciò avvenga Bruxelles deve mettere un freno alla sua ipocrisia. "Gli ungheresi non sono servi di nessuno. Dobbiamo difendere l'indipendenza e la sovranità nazionale. Rifiuteremo i trasferimenti di massa e difenderemo i nostri confini. Noi sappiamo vivere del nostro lavoro e di ciò che produciamo".

L'Unione europea ha ordinato all'Ungheria di accogliere 160mila profughi entro settembre 2017, ma il governo magiaro non ha accettato un singolo rifugiato assegnato nell'ambito di questo regime e invece si è unita alla Slovacchia in una vertenza per contestare tale imposizione. Nel suo messaggio per i numerosi ungheresi che vivono all'estero, Orbán ha inoltre spiegato che negli ultimi anni, sotto la sua guida, l'Ungheria è tornata ad essere una nazione potente e stabile, che può dare aiuto concreto a tutti i magiari che sono stati separati in diversi Stati, nella regione dei Carpazi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU