con il raggiro, estorti 19mila euro

Melfi: ricattavano i pedofili delle chat erotiche. Arrestati

Uno dei ricattatori è stato arrestato dalla Polizia in flagranza di reato subito dopo aver ritirato parte del denaro (alcune migliaia di euro) inviatogli da un insegnante di Avellino in pensione

Redazione
Melfi: ricattavano i pedofili delle chat erotiche. Arrestati

Su chat erotiche o "simili" hanno acquisito i numeri di telefoni di uomini a cui poi, in almeno quattro casi, sono riusciti a estorcere denaro (per un totale accertato di almeno 19 mila euro): Antonio Bevilacqua, di 45 anni, e il suo "complice", Pietro Iacullo, di 54, sono stati arrestati a Melfi (Potenza) dalla Polizia al termine di indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano, cominciate nello scoro mese di giugno.


Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, dopo aver individuato i numeri di telefoni, fingendo di essere un avvocato o un carabiniere, Bevilacqua (che ha precedenti penali ed è in carcere) contattava gli uomini, accusandoli "falsamente" di aver contattato minorenni e di aver fatto loro avances sessuali. A chi cadeva nella trappola, il pregiudicato ("vero promotore delle condotte criminali") chiedeva quindi di effettuare versamenti di denaro a favore di Iacullo "a titolo di ipotetico risarcimento o - è spiegato in un comunicato - per il pagamento di spese legali, al fine di evitare presunte azioni giudiziarie per pedopornografia e l'inevitabile discredito sociale".

Le indagini sono cominciate quando sono state accertate alcune "strane" movimentazioni di denaro da parte di Iacullo (ora ai domiciliari), che in pochi giorni aveva ricevuto da una persona della provincia di Lecce alcuni vaglia postali, per un totale di circa ottomila euro. Lo stesso Iacullo è stato arrestato dalla Polizia in flagranza di reato subito dopo aver ritirato parte del denaro (alcune migliaia di euro) inviatogli da un insegnante di Avellino in pensione. La Polizia ha inoltre recuperato circa 3.500 euro che saranno restituite alle vittime dell'estorsione. Le accuse nei confronti dei due uomini sono di estorsione, consumata in quattro casi, e di diversi tentativi di estorsione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Nel mondo islamico furoreggia il porno
I video in rete vanno a ruba

Nel mondo islamico furoreggia il porno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU