nessuna manifestazione all'ingresso della Gls

Egiziano ucciso a Piacenza. Fu tragica fatalità

Gli agenti erano presenti allo sciopero per motivi di ordine pubblico e la scena si è svolta sotto i loro occhi. L'uomo alla guida del mezzo è stato interrogato la notte scorsa

Redazione
Operaio egiziano travolto e ucciso durante picchetto a Piacenza

"Quando è avvenuto l'incidente non era in atto alcuna manifestazione all'ingresso della Gls". A fornire una prima ricostruzione dei fatti che sono costati la vita a un operaio egiziano di 53 anni, mercoledì sera Piacenza mentre era in corso una trattativa tra sindacato Usb e rappresentanti della azienda Gls di Piacenza, è il capo della procura di Piacenza Salvatore Cappelleri. Il quale afferma che l'autista 43enne, arrestato nell'immediatezza, è già stato rilasciato ed è indagato a piede libero per omicidio stradale.


Secondo le prime informazioni "l'operaio egiziano stava picchettando all'esterno di un'azienda di logistica", quando è stato travolto e ucciso dall'autista di un camion, sfuggito quest'ultimo per un soffio al linciaggio degli altri operai prima di essere fermato dalla Polizia. Gli agenti erano presenti allo sciopero per motivi di ordine pubblico e la scena si è svolta sotto i loro occhi. Ora emerge che la vittima in realtà non stava affatto manifestando. Cambia poco, all'atto pratico. "Grazie alla presenza di una pattuglia della polizia in quel momento sul posto", spiega Cappelleri, "abbiamo potuto effettuare subito una ricostruzione attendibile dell'incidente".


"Quando il Tir è uscito dalla ditta, dopo le regolari operazioni di carico, ha effettuato una manovra di svolta a destra. Inoltre escludiamo categoricamente che qualche preposto della Gls abbia incitato l'autista a partire. Davanti ai cancelli in quel momento non vi era alcuna manifestazione di protesta o alcun blocco da parte degli operai, che erano ancora in attesa di conoscere l'esito dell'incontro tra la rappresentanza sindacale e l'azienda. Allo stato attuale delle indagini riteniamo che l'autista non si sia accorto di aver investito l'uomo che è stato visto correre da solo incontro al camion che stava facendo manovra. Per questo si è deciso di rilasciare l'autista che, tra l'altro, è anche risultato negativo ai test di accertamento per le sostanze stupefacenti e l'alcol", ha concluso Cappelleri.


Il tragico incidente è accaduto alle 23:45 nella sede piacentina della Gls, un corriere espresso con sedi in varie città. I soccorritori del 118 avevano tentato le manovre di rianimazione ma l'operaio, padre di cinque figli e aderente al sindacato Usb, era deceduto sul posto.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU