Elogio delle bambole gonfiabili e no

Roby Guerra
Elogio delle bambole gonfiabili e no
La Boldrini offesa da Salvini? Meglio -della Boldrini, anche le Barbie anche dell'Antica Roma! Cosi insegna la storia delle bambole, mito, etnologia fino alle sue versioni moderne, bambole di porcellana... modellle.. star del cinema ammalianti. L'Europa, leggi Francia e Germania, è in queste settimane attaccata, come noto, dall'Isis o Lupi Solitari o malati di mente. Purtroppo in Italia sembrano prioritarie polemiche politiche che in realtà sono mero gossip. La goliardata di Salvini contro la Boldrini, paragonata a una bambola gonfiabile in un comizio, in realtà non rivela disprezzo istituzionale dal leader leghista, ma la mediocrità costante e sconcertante della Presidentessa della Camera. Tutta la storia politica istituzionale della Boldrini, come presidentessa della Camera è un acritico dogmatico assenso, alla politica filomigranti dell'Unione Europea, in barba al divenire storico, ai fatti conclamati ogni giorno dalle cronache internazionali ed italiane, così percepita sempre più dagli italiani. Il suo pensiero cosiddetto unico è ai limiti del rispetto della Costituzione italiana, sulla quale ha giurato accettando l'incarico istituzionale: le sue posizioni sono percepite sempre più in Italia come un razzismo alla rovescia, contro gli italiani. Risultano pertanto inevitabili certi attacchi, la Boldrini è figura pubblica, non una anonima suora laica. “Le donne non sono bambole”, “ Salvini è espressione di sessismo”, così la Boldrini ha commentato l'episodio provocatorio della bambola gonfiabile del leader della Lega. Tali affermazioni rivelano ignoranza simbolica ed antropologica, figurarsi psicanalitica e femminile nello specifico. Le bambole sono presenti nella storia dei popoli e dell'immaginario femminile dalla notte dei tempi. Ancora recentemente sono state scoperte, appunto, le prime bambole, fin d'allora simbolo del profondo femminile, tra maternità, erotismo e mistero magico. Si pensi soltanto alle bambole consacrate alla Dea Venere. O dal Giappone e l'Africa, guarda guarda, tra icone simboliche diverse e anche complesse, nel continente “nero” ai limiti del feticcio e del woodoo, come noto anche da molti film horror o esoterici. E' considerato il giocattolo più antico, mai scoperto finora: da sempre le bambole sono compagne di giochi delle bambine nella loro fondamentale psicologia infantile evolutiva, come si sa dopo oltre un secolo di psicologia e tanti altri dal mito e l'etnologia. Fino alle Barbie moderne e contemporanee. La bambola è anche simbolo d'arte, quasi metafisica e anche fantascientifica per certa sua prossimità simbolica alle figure dei manichini di De Chirico o ai robot di Asimov. Per non parlare delle celebri bambole di porcellana. Nei tempi moderni, l'iconografia della bambola ha coinvolto le modelle delle sfilate e le star seducenti del cinema, Roland Barthes, celebre intellettuale e teorico dei miti moderni non avrebbe nulla da dire, la Boldrini invece si. Le bambole gonfiabili, infine, in sé, sono una naturale evoluzione simbolica nascente nell'era informatica dopo la rivoluzione sessuale. La Boldrini non sa nulla di certe cose, la vita è anche simbolo, estetica e piacere, non soltanto “femminismo” militante, ideologico e fazioso che rivela poi, il solito rivendicazionismo sterile e psicologicamente disturbato, opposto come il vero sesssimo o la vera misoginia alla bellezza e la libertà del genere femminile. Se parlassero, riassumendo, le bambole gonfiabili si sentirebbero offese dalla Boldrini, non dal “teatro” politico di Salvini...

Ferrara FE, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU