La libertà negata

La presidente del parlamento catalano in tribunale per "disobbedienza" a Madrid

Accusata di aver messo ai voti una risoluzione sull'avvio del processo di indipendenza, Carme Forcadell si è rifiutata di rispondere al magistrato

Redazione
La presidente del parlamento catalano in tribunale per "disobbedienza" a Madrid

La Forcadell e i manifestanti. Da intereconomia.com

La presidente del parlamento catalano Carme Forcadell, indagata per presunta "disobbedienza" alla corte costituzionale spagnola, si è presentata venerdì mattina nella sede del Tribunale Superiore per essere interrogata da un giudice istruttore accompagnata in segno di solidarietà dal governo catalano e dal presidente Carles Puigdemont. Forcadell rischia la sospensione dall'incarico per avere messo ai voti in ottobre una risoluzione, poi approvata, sull'avvio del processo di indipendenza nonostante il divieto della consulta spagnola. Gli indipendentisti hanno la maggioranza assoluta nel parlamento di Barcellona.

Con Puigdemont e il governo, decine di deputati regionali e circa mille sindaci autonomisti hanno accompagnato Forcadell, mentre una folla raccolta davanti alla sede del tribunale gridava "Indipendenza!". Secondo quanto riferito dalla stampa catalana, la presidente avrebbe deciso di non rispondere al magistrato inquirente e alla procura ma solamente alle domande che le sono state poste dal proprio avvocato. La presidente del 'Parlament' ha spiegato che la votazione della risoluzione è stata "un atto politico", nel quadro della sovranità del parlamento stesso.

"Se la gente può parlare dell'indipendenza, come potrebbero non farlo i suoi parlamentari" ha aggiunto. "Io avevo il dovere di proteggere la inviolabilità dei deputati e voi - ha detto rivolta a giudice e procuratore, secondo quanto riferito da La Vanguardia online - avete il dovere di tutelare la mia inviolabilità". Ora il tribunale dovrà decidere se rinviarla a giudizio, come l'anno scorso ha fatto con l'ex presidente catalano Artur Mas per il referendum consultivo sull'indipendenza che si è tenuto nel 2014, seppur fosse stato vietato vietato dalla consulta spagnola.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU