la chiamano Trumpnomics

Elezione Trump, ma non doveva finire il mondo? E invece il dollaro sale...

Analista Consultinvest: "Il tycoon e come quel tipo che irrompe in una stanza fumosa e apre le finestre, facendo entrare aria nuova"

Redazione
Elezione Trump, ma non doveva finire il mondo? E invece il dollaro sale...

Il ciclone Trump sui mercati si consolida e va avanti, nonostante la stretta della Fed. Wall Street non si ferma e il Dow Jones punta deciso verso la soglia record dei 20.000 punti. Ormai è chiaro che i mercati, in particolare quelli USA, guardano abbastanza distrattamente alle mosse della Fed e si concentrano sulla 'Trumpnomics', scommettendo al rialzo, in attesa che il presidente eletto passi dalle parole ai fatti, cioè metta in cantiere le misure pro-cicliche preannunciate: l'aumento della spesa pubblica in infrastrutture e i tagli delle tasse.


La stampa americana smette di attaccare il presidente e prende atto del cambiamento. "Hanno fatto di più due mesi di dichiarazioni di Trump", dichiara Enrico Vaccari, analista di Consultinvest, "che l'azione dei precedenti Governi in tanti anni. Trump è come quel tipo che irrompe in una stanza fumosa e apre le finestre, facendo entrare aria nuova". Già, perché è dall'8 novembre, dopo la vittoria elettorale di Trump, che il dollaro sale e che Wall Street registra record a raffica. Dopo la stretta della Federal Reserve di mercoledì scorso, la seconda in 10 anni, e dopo l'annuncio di altre tre strette nel 2017, una più delle due già messe in conto, il dollaro è schizzato sotto quota 1,04 sull'euro, il top da quasi 14 anni.


Ora gli analisti prevedono un ritorno alla parità tra le due monete, come nel 2002. Ma questo, dopo le ultime mosse della Fed non è strano, rientra nella normalità. Quello che non è normale e contraddice i fondamentali dell'economia è che i mercati azionari, dopo la stretta annunciata e le tre previste, invece di rallentare, come succede di regola, continuino a crescere. Ed è il contrario di quello che si legge sui manuali di economia e questo si spiega solo con il 'ciclone' Trump.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

Turchia in Europa? L'Austria dice "nein". Ed Erdogan sbrocca
populisti al governo con le idee chiare

Turchia in Europa? L'Austria dice "nein". Ed Erdogan sbrocca

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU