lite Berlino-Roma per marchionne

Nuova grana per il Governo: insabbiato il Dieselgate nostrano

Il ministro dei trasporti tedesco: "Le autorità italiane sapevano da mesi che Fca usava dispositivi di spegnimento illegali". Calenda: Calenda: "Occupatevi di Volkswagen"

Redazione
Nuova grana per il Governo: insabbiato il Dieselgate nostrano

Scontro Berlino-Roma su Fca sotto accusa per le emissioni. "Le autorità italiane sapevano da mesi che Fca, nell'opinione dei nostri esperti, usava dispositivi di spegnimento illegali", accusa - in una intervista alla Bild on Sonntag riportata da Bloomeberg - il ministro dei trasporti tedesco Alexander Dobrindt, riferendosi all'ipotesi di un uso di software irregolari per i test. E chiede all'Ue il ritiro di alcuni modelli. Replica il ministro per lo Sviluppo, Roberto Calenda: "Si occupi di Volkswagen'. Secondo Dobrindt, dunque, Fca si è "rifiutata di chiarire" e la commissione Ue "deve conseguentemente garantire il richiamo" di alcuni modelli.   

"Berlino, se si occupa di Volkswagen, non fa un soldo di danno": dice Calenda a margine della registrazione di 'Faccia a faccia' condotto da Giovanni Minoli su La7, sulla richiesta tedesca di un'intervento della Commissione Ue su Fca. Circa il caso di Fiat Chrysler Aurtomobiles con le autorità americane, il ministro sottolinea che "le agenzie USA di solito sono abbastanza indipendenti. Ma ora non so, bisogna vedere le carte".

Sulla stessa linea il collega dei Trasporti, Graziano Delrio, secondo il quale la richiesta di Berlino all'Ue "è totalmente irricevibile". ''Abbiamo accettato di costituire a Bruxelles una commissione di mediazione perché non abbiamo niente da nascondere - aggiunge Delrio -. I nostri test dimostrano che non esistono dispositivi illegali e comportamenti anomali''. Secondo Delrio, inoltre, "questa interpretazione della Germania va contro le regole che ci siamo dati di responsabilità di ogni Nazione verso le proprie case produttrici. Noi non abbiamo chiesto nessuna ulteriore indagine su Volkswagen, ci siamo fidati di loro; è giusto che il confronto avvenga sulla fiducia e il rispetto reciproci".


Quanto al futuro, il ministro sottolinea che le strategie dell'Italia "mirano a ridurre drasticamente le emissioni di Co2 nel trasporto stradale. Per questo, abbiamo deciso, insieme agli altri Paesi europei, che dalla fine del 2017 entreranno in vigore i test di controllo delle emissioni eseguiti direttamente su strada, dove il comportamento dei veicoli è più rispondente a quello usuale".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"
Parla l'italiana che ebbe con lui una relazione

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU