Le atrocità dei jihadisti

Tentavano di fuggire dal Califfato: l'Isis brucia vive una madre e i 4 figli a Kirkuk

Barbarie islamica contro una famiglia colpevole di aver tentato di scappare dalle atrocità, mentre le forze governative riprendono il controllo di Mosul

Redazione
Tentavano di fuggire dal Califfato: l'Isis brucia vive una madre e i 4 figli a Kirkuk

Da islamedianalysis.info

Cronache di barbarie islamica continuano ad arrivare dall'Iraq benché i jihadisti dell'Isis siano in ritirata dalla loro roccaforte Mosul, ormai da quasi tre mesi sotto l'attacco asfissiante dell'esercito iracheno. La televisione al-Manar ha aver riferito domenica un episodio atroce compiuto da miliziani dello Stato Islamico contro una famiglia indifesa che già aveva perso tutto e cercava solo di allontanarsi dalle zone di combattimento. L'emittente, citando fonti locali e testimoni, ha raccontato che una donna irachena e i suoi quattro figli sono stati giustiziati con estrema crudeltà, bruciati vivi, dai miliziani dell'Isis solo perché cercavano di andarsene da un'area di Kirkuk ancora sotto il controllo dei jihadisti.

Secondo al-Manar, la donna è stata bloccata con i figli, tre femmine e un maschietto che stava cercando di portare in salvo, mentre era sull'autostrada Himreeen, nel nord-ovest dell'Iraq. Nessun uomo della sua famiglia era lì a proteggerla, nessuno tra gli altri sfollati era in grado di intervenire a sua difesa. I jihadisti l'hanno accusata di essere responsabile del "crimine" di voler abbandonare "il califfato" e hanno condannato a morte lei e i suoi figli. Subito dopo, riferisce ancora la tv citando fonti locali, hanno eseguito la "sentenza" senza neppure "sprecare" le pallottole di un kalashnikov: hanno dato loro fuoco e li hanno fatti morire tra atroci sofferenze, costringendo altri civili fuggiti dalle loro case devastate a guardare. Un atto dimostrativo e di intimidazione che stavolta è stato raccontato e, forse, ha dato nuova forza a quegli iracheni che contro il terrore imposto dal Califfato stanno combattendo.

Sempre di domenica la notizia che il complesso dell'Università di Mosul è stato completamente liberato e che i miliziani dell'Isis sono stati definitivamente sconfitti dalle forze speciali irachene e si sono ritirati. Su tutti gli edifici, ha comunicato il generale Haider Fadhil, ora sventolano le bandiere irachene e i soldati li hanno ispezionati per disinnescare le mine che sempre i jihadisti disseminano nelle strade e nelle case dei quartieri che sono costretti ad abbandonare. La cautela è comunque d'obbligo perché non sono completamente cessati, ha spiegato il generale, i colpi dell'artiglieria Isis e vi sono cecchini ancora in agguato. L'offensiva su Mosul - caduta in mano all'Isis nel 2014 - è cominciata lo scorso 17 ottobre e impegna circa 30.000 uomini: soldati dell'esercito iracheno e vari gruppi tra cui paramilitari sciiti e sunniti e combattenti curdi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo

Sicilia, Musumeci al 42%. La Sinistra si mangia le mani
il candidato di centrodestra vola nei sondaggi

Sicilia, Musumeci al 42%. La Sinistra si mangia le mani

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU