se ai compagni non piace la gnocca...

Pubblicità "sessista"? La Lega: "A Cesano arrivano gli ayatollah"

Andrea Monti: "Forse ci sono persone che anche a casa nostra preferirebbero il metodo iraniano, dove le donne vanno coperte dalla testa ai piedi e sono colpite da divieti assurdi e fuori dal tempo"

Redazione
Pubblicità "sessista"? La Lega: "A Cesano arrivano gli ayatollah"

Andrea Monti, vice capogruppo della Lega al Pirellone, ha pubblicato sul suo blog, https://ilmonti.com, un articolo dal titolo “A Cesano Maderno è arrivato l’Ayatollah?”, in riferimento all’ultima proposta del consigliere comunale Sara Spadafora, che in commissione ha proposto di modificare il regolamento per le affissioni vigente a Cesano Maderno, al fine di sottoporre a controllo tutti i cartelli per sanzionare quelli ritenuti “sconvenienti” rispetto all’immagine della donna.

“L’avvocato Spadafora – spiega Andrea Monti – dopo aver bollato come sessista l’espressione del Codice Civile ‘buon padre di famiglia’, adesso se la prende con i cartelloni pubblicitari, rei di mercificare il corpo femminile. E così, non paga della crociata contro il legislatore maschilista, adesso si cambia obiettivo, in pieno stile iraniano, da Guardiani della Rivoluzione. Ma a ragion del vero occorre dire come il consigliere Spadafora possa vantare un alleato di tutto rispetto: l’Unione europea, dove il Parlamento, ben 12 anni fa, votò una risoluzione riguardante le pubblicità di collant e mutandine. Questo perché le Istituzioni comunitarie, oltre a misurare le zucchine, creare semafori per formaggi e prosciutto, hanno trovato anche il tempo di fare la guerra alle foto delle gambe delle donne, che evidentemente danno fastidio a qualcuno in particolare".

"Forse ci sono persone che anche a casa nostra preferirebbero il metodo iraniano, dove le donne vanno coperte dalla testa ai piedi e sono colpite da divieti assurdi e fuori dal tempo. E parrebbe che a qualcuno questo faccia piacere, al punto da volerlo riproporre in Europa e, perché no, anche a Cesano Maderno, dove fra le altre cose è presente una delle più numerose comunità pakistane della zona", continua.

"Personalmente faccio appello al Sindaco di Cesano perché la proposta venga rispedita al mittente. Evitiamo di trasformare la città in un quartiere di Teheran – conclude Andrea Monti – anche perché le donne meritano di meglio, ovvero la libertà di continuare a fare ciò che vogliono, vestite nella maniera che preferiscono”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Salvini vittima dei pm, ma Bonafede lo attacca
cortocircuito grillino: "non ha riformato il csm"

Salvini vittima dei pm, ma Bonafede lo attacca

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio
prodi: "lo Stato diventi azionista per difendere le imprese"

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Zona rossa a Bergamo? Toccava al Governo. Fontana è innocente
smascherate le bugie dei compagni. adesso chi paga?

Zona rossa a Bergamo? Toccava al Governo. Fontana è innocente


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU