la vittima "rea" di sottrazione di danaro

Texas: sparò alla prostituta che gli negava la prestazione. Assolto

L'escort, che aveva intascato i soldi in anticipo, si è poi rifiutata di adempiere a quanto promesso e se la stava svignando con i soldi. Incredibilmente, la giuria ha dato ragione al cliente assassino

Redazione
Texas: sparò alla prostituta che gli negava la prestazione. Assolto

Ezekiel Gilbert è stato assolto. E chi è? Si domanderanno in molti? Semplicemente, l'anonimo cliente di una prostituta, balzato però agli “onori” della cronaca sette anni fa. Era la notte di Natale del 2009 quando Gilbert la escort, Lenora Ivie Frago, se l'era portata a casa sua, a Bexar County, Texas, per festeggiare in maniera quanto meno originale il 25 dicembre. Solo che Lenora, che per la promessa di prestazione aveva intascato 150 dollari, era stata una ventina di minuti a chiacchiera con il cliente e poi si era rifiutata di adempiere a quanto promesso. E se ne stava andando con i soldi. Così Ezekiel le aveva sparato nella schiena, paralizzandola. La donna sarebbe morta sette mesi dopo per “complicazioni”.


Incredibilmente, la giuria, ieri, gli ha dato ragione: non solo ha riconosciuto che l'uomo non aveva intenzione di uccidere ma solo di ferire, ma ha ribadito che, secondo le leggi del Texas, “i cittadini sono autorizzati ad usare la forza per recuperare i loro beni se vengono loro sottratti nella loro abitazione in ore notturne”. Lenora, non avendo adempiuto alla prestazione, non aveva dunque diritto di portarsi via i soldi; da qui, secondo la corte, la legittimità dell'azione di recupero forzoso. La sentenza stabilisce un precedente, le cui conseguenze sono ancora tutte da prevedere, per una vicenda così surreale. Ed in Italia l'episodio, già di per sé sconcertante, ha dato la stura ai soliti radical-chic per le strumentalizzazioni di rito, montando una campagna denigratoria nei confronti della “difesa domestica”, che nelle intenzioni dei legislatori è ben altra cosa.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Nel mondo islamico furoreggia il porno
I video in rete vanno a ruba

Nel mondo islamico furoreggia il porno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU