BOCCHE BUONISTE CUCITE

Nizza, Isis rivendica la strage

Lo stragista tunisino è definito "soldato" dall'esercito del califfo. Ancora 31 italiani dispersi.

Alessandro Morelli
Nizza, Isis rivendica la strage

Foto ANSA

L'Isis rivendica la strage di Nizza. Si tappano dunque le bocche dei buonisti d'assalto che fin dalle prime ore dell'attentato islamista che ha causato la morte di 84 persone e centinaia di feriti (50 quelle ancora in pericolo di vita) avevano provato a cercare mille scuse per nascondere l'evidenza: le radici religiose della strage.

Attraverso l'agenzia di stampa Amaq lo Stato Islamico ha rilanciato un comunicato in cui si definisce Mohamed Lahouaiej Bouhlel un "soldato" che ha agito "in risposta all'appello a colpire i cittadini della nazioni che fanno parte della coalizione che combatte lo Stato Islamico".


Intanto mancano all'appello ancora 31 italiani, a renderlo noto l'unità di crisi della Farnesina. "Sull'identità delle vittime non si sa ancora nulla, giovedì c'erano tanti italiani sulla promenade ma non sappiamo ancora se qualcuno di loro è tra i morti" ha detto il console generale a Nizza Serena Lippi. Tre sono invece gli italiani che risultano nell'elenco dei feriti come riporta il Corsera, due di loro sono ricoverati in gravi condizioni. Di sicuro fra i dispersi risultano tuttora Angelo D’Agostino e Gianna Muset, la coppia di pensionati di Voghera di 71 e 68 anni. "In ospedale tra i coscienti o con documenti non ci sono", ha scritto su Twitter la nuora della coppia. E ancora nessuna notizia neanche di Marinella Ravotti, 55 anni, di Mondovì.


"Non ho ancora notizie di mia mamma", ha fatto sapere Beatrice, la figlia della Ravotti, rientrata dalla Spagna dove lavora come interprete. Il padre, Andrea Avagnina, 53 anni, è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Pasteur di Nizza. Risulta fra i dispersi anche Carla Gaveglio, 48 anni di Piasco nel cuneese. Si trovava con la figlia 14enne sul lungomare, la ragazza ha raccontato di averla vista caricata su un’ambulanza, da allora più nessuna notizia di lei.
 

 
 


 
 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU