Integrazione impossibile

Cuneo, clandestini protestano davanti alla Prefettura

In piazza una cinquantina di immigrati alloggiati nel paese di Entracque. Il sindaco: "Sono troppi per un Comune di 800 abitanti"

Alessio Colzani
Cuneo, clandestini protestano davanti alla Prefettura

La protesta dei clandestini davanti alla prefettura di Cuneo. Foto targatocn.it

Decine di richiedenti asilo ospitati a Entracque, nel Cuneese, hanno manifestato questa mattina davanti alla Prefettura di Cuneo. Si lamentano delle condizioni in cui sono stati alloggiati: portavano uno striscione con la scritta "Siamo immigrati o prigionieri?". "Mi stupisco solo che sia successo solo adesso, e non prima - commenta Gian Pietro Pepino, sindaco di Entracque - È assurdo che 50 ragazzi siano ospitati in un paese di soli 800 abitanti. Ho già segnalato più volte il problema alla Prefettura. Sono alloggiati da due anni in una struttura ricettiva gestita da privati e finora non abbiamo avuto problemi di ordine pubblico, ma sono troppi per un paese così piccolo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese
la ragazzina per disperazione si è tagliata i polsi

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese

Insulta Salvini e aggredisce un carabiniere. Denunciato rumeno
inferocito per essere stato richiamato all'educazione stradale

Insulta Salvini e aggredisce un carabiniere. Denunciato rumeno

Riuscito trapianto di faccia a Roma
ora in coma farmacologico

Riuscito trapianto di faccia a Roma

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese
la ragazzina per disperazione si è tagliata i polsi

Promessa sposa a dieci anni, indagato il padre cingalese

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia
tensioni al confine Italia-Francia, vandalizzato golf club Claviere

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU