Allergici alla democrazia

Lo "squalo" George Soros ha dichiarato guerra a Trump: c'è lui dietro le proteste

Il miliardario che manovra il mondo, che stipendia i manifestanti americani, ha indetto una riunione per organizzare la "resistenza" contro il neo presidente

Redazione
Lo "squalo" George Soros ha dichiarato guerra a Trump: c'è lui dietro le proteste

Donald Trump e George Soros. Composizione da foto ANSA

George Soros organizza la resistenza anti-Trump. Il miliardario filantropo che manovra il mondo, al quale però non è riuscito il gioco di influenzare le presidenziali Usa, insieme ad altri paperoni liberal che hanno inondato con milioni la campagna elettorale di Hillary Clinton hanno deciso di riunirsi in una tre giorni a porte chiuse per valutare come organizzare la "resistenza" contro Donald Trump. L'incontro è sponsorizzato dal club dei finanziatori Democracy Alliance, e include la partecipazione di alcuni politici di spicco, da Nancy Pelosi alla senatrice Elizabeth Warren.

La riunione è iniziata domenica sera, al Mandarin Oriental Hotel di Washington. Oltre ai più facoltosi finanziatori della Clinton, sono presenti alcuni rappresentanti del partito democratico, uscito a pezzi dalle urne. Il programma della conferenza è incentrato sulle azioni da mettere in campo per combattere Trump: il primo tentativo sarà probabilmente quello di ricoprirlo di fango da qui al momento della nomina, cercando di far cambiare idea al maggior numero possibile di grandi elettori. In caso di fallimento, si cercherà in ogni modo di impedirgli di portare a termine il mandato.

La Democracy Alliance, finanziata da Soros e organizzatrice dell'incontro, è la stessa che provvede a pagare i manifestanti assoldati per inscenare le proteste di piazza contro Trump in diverse città degli Stati Uniti. Si è scoperto che ci sono numerosi pullman noleggiati per spostare da un luogo all'altro i figuranti, che vengono pagati tra 15 e i 20 dollari l'ora, più panini e bibite gratis, per gridare "Not my president". Dal 2005, anno di fondazione, l'Alliance ha raccolto oltre 500 milioni di dollari per il Partito democratico e i suoi esponenti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo

Che tranvata per Frau Merkel: la Cdu crolla sotto i colpi della Spd. Affermazione dei populisti
elezioni in bassa sassonia: Affermazione dei populisti

Che tranvata per Frau Merkel: crolla sotto i colpi della Spd


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU