mantova: business dell'accoglienza

Immigrati: una cooperativa di Medole domina nei bandi di assegnazione

Olinda si è aggiudicata l'appalto per l'accoglienza di altri 35 giovani immigrati, proponendo 44,90 euro al giorno. L'impresa Taraschi Carlo autoservizi invece ha vinto il bando relativo al trasporto degli extracomunitari mediante un servizio di bus navetta 24/7

Ismaele Rognoni
Mantova, clandestini sequestrano un'operatrice della cooperativa: "Vogliamo cibo e soldi"

Immigrati in rivolta. Foto ANSA

A Mantova la situazione sociale è esplosiva e la provincia è allo stremo per quanto concerne l'accoglienza degli stranieri dato che ne sta già mantenendo 910, con l'arrivo mediamente di 4-5 immigrati in più ogni settimana a cui si è obbligati dalle leggi a dare immediata assistenza. Nonostante le strutture siano oramai al limite massimo, è stato emanato l'ennesimo bando per l'accoglienza di 35 immigrati che vanno dai 14 ai 17 anni; ancora giovani virgulti mentre si ignorano le donne, i bambini e gli anziani. 

A vincere tale bando è stata nuovamente la cooperativa Olinda di Medole, che sta gestendo nelle sue strutture forse la metà dei presenti nella provincia mantovana, con un'offerta di 44,90€ su un base d'asta di 45 euro al giorno per ogni extracomunitario. Naturalmente questi soldi verranno erogati solamente per quanto riguarda gli immigrati, dato che se si parla di italiani in povertà o di terremotati non è previsto alcun aiuto economico.


Assegnato all'impresa Taraschi Carlo autoservizi l'appalto per il servizio di trasporto di questo persone con un bus navetta, attivo 24 ore su 24, a cui verrà corrisposto un rimborso di 340 euro più Iva (con 1 euro in più per ogni chilometro aggiuntivo percorso) per il viaggio Mantova-Bresso-Mantova per un veicolo di 8 posti; il prezzo salirà a 425 euro per i veicoli da 8 a 25 posti e a 495 euro per un automezzo con più di 25 posti

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU