IMMIGRAZIONE VIOLENTA

Africani gli devastano l'auto poi lo prendono a sassate

Succede a Brescia, la vittima avvicinata con una scusa è stata salvata dall'intervento degli agenti

Alex Bazzaro
Foto ANSA

Auto dei Carabinieri

Ha raccontato agli agenti di essere stato avvicinato da due cittadini africani con una scusa e che da li a poco è nato un diverbio. A quel punto gli extracomunitari hanno preso delle pietre e hanno iniziato a devastare la sua auto, prima il lunotto poi gli altri vetri. Infine non contenti hanno cominciato a colpire a sassate anche lui. Fortunatamente, nella prima mattinata di domenica 9 ottobre, una Volante della Questura è intervenuta per fermare il pestaggio, anche grazie al fatto che il ferito era riuscito a prendere il cellulare e a comporre il numero di emergenza del 112.

Grazie al tempestivo intervento, gli agenti della Volante sono riusciti a vedere il primo aggressore con ancora in mano la pietra. Si tratta di C.B.D., nato in Senegal nel 1972: è stato arrestato per rapina in concorso e danneggiamento. Il complice è invece riuscito a far perdere le proprie tracce.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi
salvati, han ringraziato a pugni

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU