Vandalismo religioso

Assistente turco taglia Maometto da un'opera d'arte al Consiglio d'Europa

L'opera era stata inaugurata solo lunedì scorso a Strasburgo in occasione della consegna del premio per i diritti umani istituito alla memoria di Vaclav Havel

Redazione
Asistente turco taglia Maometto da un'opera d'arte esposta al Consiglio d'Europa

La sede del Consiglio d'Europa. Foto ANSA

Atto di vandalismo da parte di un turco al Consiglio d'Europa: l'opera dell'artista maltese Norbert Francis Attard, che ha messo insieme una serie di volti di perseguitati nella storia, da Gesù a Ai Wei Wei, è stata vandalizzata nella sede dell'istituzione di Strasburgo dall'assistente di un membro della delegazione turca. L'uomo ha tagliato via dall'opera una caricatura di Maometto nonostante l'autore l'avesse già censurata da solo, coprendo il volto del Profeta per rispetto dei musulmani.

L'opera intitolata "The exile series: The road not taken", è in mostra all'interno del Consiglio d'Europa, davanti all'emiciclo. Fonti dell'istituzione hanno fatto sapere venerdì 14 ottobre che l'atto di vandalismo è avvenuto mercoledì mattina mentre il ministro degli esteri turco, Mevlut Cavusoglu, incontrava i vertici dell'organizzazione.

L'opera era stata inaugurata lunedì scorso in occasione della consegna del premio per i diritti umani Vaclav Havel, vinto quest'anno dall'attivista yazida Nadia Murad. L'assemblea parlamentare ha fatto sapere che "l'azione di vandalismo è inaccettabile, ma che l'incidente è chiuso". I vertici dell'assemblea considerano la questione chiusa perché il presidente della delegazione turca, Talip Kucukcan, ha presentato le sue scuse, mentre il segretario generale dell'assemblea ha riconsegnato il riquadro tagliato via all'ambasciatore maltese Joseph Filletti, che ha spiegato che Malta non desidera sollevare uno scandalo per l'accaduto.

Infine, l'assemblea ha invitato a sue spese l'artista Attard a Strasburgo la prossima settimana per dichiarare l'incidente concluso. L'opera resterà al Consiglio d'Europa fino al 21 ottobre. Poi dal primo marzo al 3 maggio 2017 sarà esposta a Bruxelles al Parlamentarium, il centro visitatori del Parlamento europeo. In seguito andrà alla Corte di giustizia in Lussemburgo dal 9 maggio al 30 giugno 2017.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU