immigrazione inutile

Spacciatore nigeriano con precedenti aggredisce capotreno. Bloccato dai viaggiatori

Salvo grazie all'intervento dei passeggeri del treno che hanno immobilizzato il malvivente permettendo così al controllore di dare l'allarme

Redazione
Spacciatore nigeriano con precedenti aggredisce capotreno. Bloccato dai passeggeri

Foto d'archivio

È un nigeriano di 26 anni, l'immigrato arrestato sabato mattina 10 settembre dai Carabinieri di Morbegno, con l'accusa di tentata rapina, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale e rifiuto di esibire documenti d'identità da parte dello straniero.

Lo straniero si trovava sul treno della tratta Milano-Tirano, ma anziché scendere a Lecco, così come il biglietto gli imponeva, ha deciso di proseguire il suo viaggio fino al capolinea. Quando la capotreno, durante il controllo di routine, gli ha fatto notare l'irregolarità e stava per compilare il biglietto fino a Tirano, il nigeriano prima ha finto di pagare il dovuto consegnando il denaro nelle mani della dipendente delle ferrovie, ma, subito dopo, con un gesto fulmineo ha strappato i soldi dalle mani dell'addetta spintonandola e facendola cadere.

Solo grazie al tempestivo intervento dei passeggeri che hanno assistito alla scena, la capotreno è riuscita a mettersi in salvo, mentre lo straniero veniva immobilizzato, permettendo così di dare l'allarme al 112. L'immigrato nigeriano, già noto alle Forze dell'Ordine, è stato trovato anche in possesso di Marijuana, accuratamente nascosta e confezionata. Portato subito nella casa circondariale di Sondrio, è a disposizione dell'autorità giudiziaria che ha fissato l'udienza per la convalida dell'arresto. Fortunatamente la capotreno, invece, visitata in ospedale, ha riportato solamente qualche contusione, guaribile in pochi giorni, e tanta paura per la brutta disavventura.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Adesso lo certifica anche l'Ocse: i clandestini ci stanno rovinando
quei dati shock che dan ragione ai populisti

Adesso lo certifica anche l'Ocse: i clandestini ci stanno rovinando


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU