Il Caf procurava posti di lavoro fittizi

False assunzioni nel salernitano: ventidue extracomunitari denunciati

Agli indagati vengono contestati associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, contraffazione di documenti, truffa ai danno dello Stato e falso

Ismaele Rognoni
Truffe: 191 falsi braccianti agricoli a Patti nel Messinese

Foto ANSA

False assunzioni per ottenere contributi ed indennità non dovute, o magari permessi di soggiorno. E il Caf che procurava i posti di lavoro fittizi, si faceva pagare dai "clienti particolari".
Cinque persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza di Salerno, perché ritenute responsabili, a vario titolo, di aver fornito ed utilizzato certificazione fittizie che attestavano rapporti di lavoro mai intrapresi con aziende agricole compiacenti.

Agli indagati, gli inquirenti contestano l'associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, contraffazione di documenti, truffa ai danni dello Stato e di falso.
L'operazione di oggi è la prosecuzione dell'inchiesta, conclusasi a luglio scorso, che portò ai domiciliari il titolare e la segretaria di un centro di assistenza fiscale di Montecorvino Rovella, nel Salernitano.

Dei cinque arrestati, tre sono titolari di aziende agricole dell'Agro Sarnese-Nocerino e della Piana del Sele che, insieme ai due professionisti del Caf, avrebbero messo su un imponente giro d'affari.
Nel corso dell'attività investigativa, sono state eseguite anche cinque perquisizioni che, insieme con l'incrocio dei dati dell'Ufficio immigrazione e dell'Inps, hanno permesso di ricostruire le varie condotte.

Oltre alle cinque persone arrestate, sono state denunciate quattro persone italiane, per indebita percezione di erogazioni previdenziali e assistenziali dall'Inps e ventidue extracomunitari per rinnovo non dovuto del permesso di soggiorno.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il feretro della "belva" Totò Riina è stato sotterrato, nel cimitero di Corleone
il boss dei boss sotto terra

Il feretro di Riina sotterrato a Corleone

Rapinatori "trasfertisti" da Napoli a Milano, 5 arresti
gruppo era dedito a rapine di orologi di marca

Rapinatori "trasfertisti" da Napoli a Milano, 5 arresti

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza
aveva aggredito a testate un giornalista

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU