SCHEGGE DVRACRVXIANE

Se alzare il braccio per ripararsi dal sole diventerà reato, sarà colpa di chi non va a votare

0
Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster nasce a Roma abbastanza tardi da essersi goduto i mefitici effluvi scolastici e universitari del ’68. Nella vita non scrive (semmai parla!), ma lo fa per passione e missione, essendo un convinto assertore di quelle libertà di pensiero e di opinione che, ben 3000 anni dopo Atene e Roma, vengono messe sotto assedio da una sorta di Pensiero unico depressivo, nichilista e soprattutto antidemocratico.

Il suo nome nasce dal connubio fra l’aulicità del romanticismo nibelungico e lo humor “trash” col quale Egli si rende guastatore delle peggiori ipocrisie progressiste e radical-chic.

Il “castigat ridendo mores” contraddistingue da sempre il tenore tematico e stilistico sia delle sue collaborazioni (Qelsi, Arianna Editrice e, ora, anche Il Populista) sia della gestione del blog che coordina, Aristocrazia Dvracrvxiana, ove si ciondola dal ghibellinismo dantesco (la “Dvra Crvx” del Poeta e non la “moscia crux” di 4 fricchettoni post-conciliari) a ricette gastronomiche identitarie messe a tavola per onorare  contadini e pastori nostrani ed indurre giovanissimi e massaie a dire "basta!" a venefiche porcherie sottocosto globalizzate e a cazzarate eque e solidali.

Il suo motto è «alla "povertà" si guarda, non si crede».

Se alzare il braccio per ripararsi dal sole diventerà reato, sarà colpa di chi non va a votare

Ancora non sappiamo se questa legge assurda, anacronistica e liberticida passerà al Senato, ma cogliamo comunque l'occasione per esprimere un ragionamento fondamentale in democrazia: andare a votare in nome della libertà!

Che le sinistre globaliste siano rappresentate da un nugolo di mercanti nullafacenti e antiitaliani non è una novità. Quel che invece dovreste ficcarvi in testa è che, continuando a disertare le urne (come in troppi fate..), si consente a questa gente di conculcare la libertà di tutti. Iniziando dalla vostra.

La matematica non è un'opinione: se quei 261 Sì alla "legge Fiano" fossero stati dei No come quelli espressi dai 122 voti contrari, la legge non sarebbe passata alla Camera, e voi, ora, non rischiereste di finire al gabbio per il solo fatto di alzare un braccio nel tentativo di ripararvi dal sole.

Questo concetto se lo ficchino bene in testa tutti quei piagnucolosi disillusi, quegli "snob di destra" (e ce ne sono!), quei rassegnati che preferiscono morire asfissiati come topi piuttosto che reagire democraticamente al disastro, sforzandosi di valutare con equilibrio e buon senso una fattiva e plausibile "real-politik" in rapporto alle urne.

Andiamo a votare appena possibile e votiamo quelle forze politiche che hanno espresso quei 122 dissensi all'uccisione della democrazia e del libero pensiero: perché non si vota solo per governare, ma soprattutto per fare buone leggi o, perlomeno, per evitarne di pessime.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU