L'FBI consegna documenti

Emailgate, la Clinton la fa franca. Per ora

Per l'uso di server e di posta elettronica privati la polizia federale ha deciso di non incriminare la candidata democratica. La palla passa ora al Congresso

Redazione
Emailgate, la Clinton la fa franca. Per ora

L'FBI ha consegnato martedì a un Congresso a maggioranza repubblicana i documenti relativi all'inchiesta riguardante Hillary Clinton e il cosiddetto "emailgate", lo scandalo dovuto all'uso di server e indirizzo di posta elettronica privati quando la candidata democratica alle elezioni presidenziali era segretario di Stato. Per quell'uso la polizia federale ha deciso di non incriminarla pur riconoscendo una "mancanza di cura estrema".

Confermando la ricezione del materiale, un portavoce della commissione Oversight and Government Reform ha spiegato che lo staff "sta attualmente analizzando le informazioni classificate come segrete. Al momento non ci sono ulteriori dettagli". Carol Cratty, portavoce dell'Fbi, ha precisato che "il materiale contiene informazioni sensibili o top secret ed è consegnato con l'aspettativa che non sarà diffuso o svelato" a nessuno a meno che la polizia federale dia il suo OK.

La reazione dei sostenitori della campagna di Clinton non si è fatta attendere: il portavoce Brian Fallon ha definito il trasferimento di documenti "un passo di una straordinaria rarità voluto semplicemente dai repubblicani per il solo fine di mettere ulteriormente in dubbio la carriera professionale dell'FBI". Secondo Fallon, "se quel materiale verrà condiviso al di fuori del dipartimento di Giustizia, dovrebbe essere diffuso ampiamente in modo tale che il pubblico possa vederlo invece di permettere ai repubblicani di commettere fuge di notizie selezionate".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bologna, l'avvocatessa con velo torna in aula. Col velo
la giustizia non è uguale per tutti

Bologna, l'avvocatessa con velo torna in aula. Col velo

Quei video grillini che imbrazzano Di Maio
In rete le videocandidature per le parlamentarie

Quei video grillini che imbarazzano Di Maio

Venezia, bistecche e frittura 1.100 euro
conto da infarto al ristorante dell'egiziano

Venezia, bistecche e frittura 1.100 euro

L'Austria dice no ai clandestini, s'indigna la Boldrini
la balla del "tanto vanno in altri stati"

L'Austria dice no ai clandestini, s'indigna la Boldrini

Corea del Nord, arrivano i bombardieri nucleari USA


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU