Casta a 5 Stelle

"Stipendiopoli" grillina. Come strapagare lo staff e sentirsi puri

Stipendi stellari a Roma per il capo di gabinetto e il capo della segreteria politica. Il sindaco Raggi non riesce nemmeno a ridurre sensibilmente i costi dello staff, massima espressione della casta

Marco Dozio
"Stipendiopoli" grillina. Come strapagare lo staff e sentirsi puri

Foto ANSA

Hanno conquistato Roma e non solo in nome delle battaglie che sappiamo, per esempio annunciando che avrebbero abbattuto i costi di politica e burocrazia. Poi si scopre che il sindaco Virginia Raggi conferma stipendi stellari per il suo staff. Il funzionario del Comune Salvatore Romeo, attivista grillino, per il suo nuovo ruolo di capo della segreteria politica intascherà 120mila euro all’anno. Il triplo dei 40mila euro con cui era precedentemente retribuito. Una promozione remunerativa, non c’è che dire. Per non parlare del capo di gabinetto Carla Raineri, beneficiaria di un esorbitante “salario” di 193mila euro. E si tratta di un magistrato, quindi di una persona che nella sua vita professionale ha già goduto di un trattamento economico non certo francescano.

Il Movimento 5 Stelle si difende spiegando che gli “altri”, Marino e Alemanno, a conti fatti spendevano di più. Ma non basta. Colpisce il fatto che il movimento di Grillo a Roma, e non solo, non riesca nemmeno a incidere sui costi dello staff, che poi è la massima espressione della casta. Figurarsi allora cosa possano fare sul resto, quale riduzione dei costi possiamo aspettarci per il pachiderma romano che necessita di draconiane cure dimagranti. Proprio loro che denunciavano, giustamente, lo sperpero di denaro pubblico utilizzato per strapagare i prediletti, i portaborse, i portavoce, i numeri due e i numeri tre, le persone assurte a cotante cariche pubbliche in nome della vicinanza al politico di turno. Raggi che strapaga lo staff suona un po' paradossale e beffardo.


La base è in subbuglio per questa "stipendiopoli" in salsa grillina. Eppure a Torino i compagni di partito, pardon di movimento, pare abbiano intrapreso un'altra strada: Paolo Giordana, braccio destro del sindaco Chiara Appendino, ha dichiarato di percepire 63mila euro per un incarico che assomma la figura di capo di gabinetto a quella di portavoce. Uno stipendio bello rotondo, comunque lontano dalle prebende a 5 stelle della capitale.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU