Crisi economica in Europa

Non sono bastati 326 miliardi di euro per salvare la Grecia e noi paghiamo...

La povertà aumenta, la disoccupazione dilaga, il PIL è precipitato e il potere d'acquisto è crollato. La crisi sta fagocitando non solo la Grecia, ma tutto il Vecchio Continente

Ismaele Rognoni
Non sono bastati 326 miliardi di euro per salvare la Grecia e noi paghiamo...

Un anno fa, precisamente tra il 14 e il 15 agosto, l'Europa approvò il piano di salvataggio per la Grecia equivalente ad un contributo di 86 miliardi di euro che fece arrivare tale totale di aiuti a 326 miliardi di euro in cinque anni. Un anno dopo, tuttavia, l'economia greca non è migliorata secondo quanto si aspettava Bruxelles; nel secondo trimestre del 2016 il PIL è cresciuto pochissimo, non rappresentando svolte significative.

Dal 2010 ad oggi la Grecia ha perso un terzo del suo PIL, i greci che vivono in povertà hanno visto calare del 42% il loro potere d'acquisto, mezzo milione di persone è fuggito in altre nazioni e il debito dello stato greco è salito a 320 miliardi di euro, il secondo più alto del mondo. I segnali positivi sono estremamente pochi e i sondaggi prevedono che la disoccupazione aumenterà ancora. 
Gli aiuti economici, proveniente da paesi come l'Italia che stanno subendo anche loro i catastrofici effetti della crisi economica, sono risultati vani anche per via delle continue misure di austerità che l'Unione Europea impone alla Grecia e dalla scarsa volontà di Alexis Tsipras, premier e leader della sinistra radicale, di volersi ribellare. 

I creditori della Grecia, in particolare i Ministri delle Finanze europei, hanno deciso di alleggerire il debito greco, ossia ritardare le scadenze dei pagamenti che la Grecia deve effettuare per saldare i debiti, in cambio di nuove durissime riforme e mantenere un alto tasso di crescita che difficilmente sarà prevedibile. 
Anche negli altri paesi europei non va meglio. L'Italia ha un tasso di crescita economica dello 0,1%, la Spagna dello 0,7%, in Portogallo il debito pubblico sta spropositatamente aumentando e l'Irlanda ha avuto una crescita dovuta alle attività delle multinazionali statunitensi, ma il mercato immobiliare è fonte di problemi finaziari per gli irlandesi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il mandante
parola di Sultano

Il mandante

Tu, islamico, ferma gli assassini maomettani!
Londra, il primo cittadino musulmano non batte un colpo

Tu, islamico, ferma gli assassini maomettani!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU